Covid. Musumeci non può conteggiare tra i positivi anche i migranti e minacciare di chiuderci tutti a casa. Non possiamo avere oltre al danno la beffa

Mercoledì, 12 Agosto 2020 09:22 Scritto da  Pubblicato in Dillo a Espero
Vota questo articolo
(1 Vota)

Oltre il danno la beffa. No, io non ci sto. Non ci sto a far passare la Sicilia come una regione  composta da persone noncuranti del contagio. Musumeci minaccia di chiudere la Sicilia perché come titolano molti giornali l'Isola è prima per incremento di casi.

Oggi 89 nuovi casi, è il dato più alto fra quello delle regioni italiane. La Sicilia come la Lombardia. I casi continuano ad aumentare ogni giorno sempre di più.
Ma perché?
Semplice, perché dei 89 nuovi  positivi al Covid 71 sono migranti.
Premetto che non sono per l'indiscriminata  chiusura dei porti ma per un controllo umano e ragionevole. In Sicilia siamo persone ospitali, non siamo razzisti ed amiamo il nostro prossimo.
Ma... ci sono anche dei ma... Siamo ospitali ma...  possiamo dire che molti paesi dell'isola devono dire grazie alla migrazione se hanno perso il loro turismo.
Non siamo razzisti ma... il sovraffollamento dei centri crea disagi ai residenti. I disagi sono tanti ma... oltre il danno la beffa.
Come se non bastasse il disagio di cui siamo vittime adesso ci dobbiamo sobbarcare nel conteggio  il numero dei positivi migranti  rischiando che si ritorni al lockdown su tutta la regione.
Non trovo giusto tutto ciò. I conteggi non vanno fatti così.
I casi positivi sono solo 18 non 89 la nostra isola non è la più contagiata regione d'Italia.
Noi siciliani chiediamo che i conteggi dei migranti non vengano conteggiati insieme ai residenti.
Il governatore della Sicilia non può minacciare di chiuderci di nuovo tutti in casa. Non può. No, io non ci sto.
Enza S.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.