Automobilismo. Al via lo Slalom Città di Castelbuono

Domenica, 07 Luglio 2019 09:32 Scritto da  Pubblicato in Castelbuono
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono 86 i piloti, tra siciliani e calabresi, iscritti all’undicesima edizione dello Slalom Città di Castelbuono, competizione automobilistica pronta ad accendere i motori nel weekend in corso, tra sabato 6 e domenica 7 luglio.

L’attesissima sfida tra i birilli ospite nell’antico borgo medievale madonita, nel Palermitano, assegnerà punti determinanti per la Coppa AciSport 5a zona Slalom (al quarto appuntamento stagionale), per il Campionato automobilistico siciliano della specialità curato dalla Delegazione regionale Sicilia AciSport (alla sua nona tappa 2019), nonché per lo Challenge Palikè 2019, qui a Castelbuono alla seconda uscita dopo la prova già in archivio a Sciacca.
Un numero di adesioni perfettamente in linea con le statistiche già fatte registrare lo scorso anno, che premia il lavoro portato avanti da mesi dagli organizzatori, il Motor Sport Club Castelbuono ed il Team Palikè Palermo, a loro volta appoggiati dal Comune di Castelbuono rappresentato dal sindaco Mario Cicero, il quale ha concesso il patrocinio della sua Amministrazione all’evento. A sostenere lo slalom, seguito direttamente sul campo di gara dalla rivista specializzata nazionale RS RallySlalom e oltre, “media partner” ufficiale dello Challenge Palikè, sono inoltre numerosi sponsor locali.
L’11° Slalom Città di Castelbuono (al quale sono nuovamente abbinati i due Memorial “Pietro Antista” ed “Enzo Capuana”, il primo collaboratore del Motor Sport Club Castelbuono, l’altro tra i soci fondatori del “Ferrari Club Castelbuono”, entrambi scomparsi nel corso del 2017), entrerà nelle fasi più calde sabato 6 luglio, con le rituali verifiche tecniche e sportive per i concorrenti e le vetture, in programma dalle 14.30 alle 20.00 nei locali del Comune di Castelbuono, in via Sant’Anna e nella centrale ed attigua piazza Castello, all’ombra del magnifico maniero dei Ventimiglia, “gioiello” medievale di Castelbuono.
Domenica, 7 luglio, la corsa tra i birilli vera e propria (al cospetto di un pubblico che si prevede particolarmente numeroso), anzi le tre sessioni ufficiali di competizione, dalle 9.00 (senza ricognizione del percorso), al culmine delle quali conosceremo il nome del pilota che andrà ad iscrivere il proprio nome nell’articolato albo d’oro della kermesse madonita e che succederà al catanese Michele Puglisi, in trionfo lo scorso anno. Il coordinamento è affidato al direttore di gara, il palermitano Marco Cascino.
Quanto mai nutrito e qualificato il lotto dei pretendenti alla vittoria assoluta, qui a Castelbuono. Sono presenti i migliori specialisti siciliani, nel frattempo assurti a notorietà anche ai vertici del Campionato italiano Slalom. A partire dal messinese Emanuele Schillace, campione italiano Under 23 in carica, sulle Madonie alla ricerca della migliore intesa con le nuove gomme Pirelli SuperSoft montate sulla sua potente Radical SR4 Suzuki 1.6 schierata dalla Scuderia Tm Racing Messina, sodalizio campione siciliano in carica ed in vetta alla classifica provvisoria del Regionale. Schillace, dall’alto delle sue 6 affermazioni stagionali, comanda anche lui la graduatoria provvisoria Piloti del Campionato siciliano.
Un duello ‘al fulmicotone’, all’ultimo centesimo di secondo, quello che si preannuncia con il catanese (originario di Giarre) Michele Puglisi, campione siciliano Slalom in carica, tuttavia ancora a secco, quest’anno, di vittorie e di soddisfazioni da gradino più alto del podio, poiché impegnato nella messa a punto della rinnovata ed ancora ‘acerba’ Radical Prosport Suzuki 1.6 iscritta anch’essa dalla Tm Racing. Una biposto che ha comunque permesso a Puglisi di centrare domenica scorsa uno straordinario secondo posto assoluto nello Slalom dei Trulli, in Puglia, valevole per il Tricolore.
Tra i due “litiganti”, occhio comunque al terzo incomodo, ossia al funambolico mazarese Girolamo Ingardia, non nuovo ad exploit assoluti (quest’anno ha vinto a Sciacca) e comunque a prestazioni di grande rilievo. L’alfiere della Trapani Corse (che insegue la Tm Racing nel Regionale “Scuderie”) tornerà per l’occasione al volante della agile ed imprevedibile monoposto Ghipard Ghi008 Suzuki 1.0, vettura che ha già dimostrato di gradire molto il tracciato madonita.
Tra gli altri “papabili” ad un posto sul podio e candidati a dar “fastidio” ai tre favoriti come non menzionare poi l’altro veterano trapanese (di Custonaci) Nicolò Incammisa, di recente tornato su livelli più che buoni con la sua Radical SR4 Suzuki 1.6 della Trapani Corse, il giovane talento palermitano (di Termini Imerese) Ninni Rotolo, qui a Castelbuono per proseguire nello sviluppo della nuova e promettente Osella PA 21 JrB Suzuki 1.4 schierata da Project Team soprattutto nelle cronoscalate, l’agrigentino (di Sciacca) Nino Di Matteo, sempre più veloce con la Gloria C8F Evo Suzuki millesei della Tm Racing e gli altri trapanesi Michele Poma (di Erice), ex campione italiano Under 23, su Radical SR4 Suzuki 1.6 “ex Castiglione”, per la scuderia Armanno Corse e Giuseppe Giametta (nato a Mazara del Vallo), con la Predator’s PC008 Suzuki Tm Racing.
Tra le altre presenze di rilievo nello Slalom Città di Castelbuono, quelle dei trapanesi Salvatore Peraino (Radical Prosport Suzuki, Catania Corse) e Vincenzo Pellegrino (Radical SR4 Suzuki), del catanese Giuseppe Messina (su Renault Clio Rs Cup, Tm Racing), del giovane messinese Alessio Truscello, campione italiano gruppo A in carica, su Peugeot 106 Rallye, Tm Racing, dell’agrigentino (di Sciacca) Ignazio Bonavires, ex campione italiano gruppo N, con la Peugeot 106 Gti 16v, Tm Racing.
Sono ben 8 i giovani piloti iscritti tra gli Under 23 (i nisseni Castronovo, Mingoia e Gibella, i palermitani Burgio, Strinati e Provenza, il messinese Truscello ed il trapanese Poma),  mentre toccherà alla veloce e bella messinese Jessica Miuccio (Renault Clio Rs, Tm Racing) difendere l’onore del gentil sesso in gara. Due i piloti locali sui quali si riverserà il presumibile affetto degli appassionati, Pippo Langona (Fiat 127 Sport) e Giammario Capuana (con la Citroen Saxo Vts, per i colori della a.s.d. Omega).
L’11° Slalom Città di Castelbuono si disputerà domenica sull’invariato e severo percorso di gara, della lunghezza di 3,5 km, ospite lungo la strada statale 286, con “start” localizzato all’altezza della contrada Fiumara (alle porte di Castelbuono, dal km 9+800) ed arrivo individuato nei pressi di via Mazzini, all’ingresso del paese, di fronte al locale Istituto agrario, solo ad un centinaio di metri dallo stadio comunale, in una zona facilmente raggiungibile e fruibile da parte degli spettatori. Diciannove le postazioni di rallentamento per i concorrenti, in punti nodali del serpentone d’asfalto. Chiusura al transito veicolare, da parte delle autorità locali, dalle ore 7.00 di domenica 7 luglio.
La premiazione, con la supervisione del Motor Sport Club Castelbuono e del Team Palikè, è fissata per domenica 7 luglio alle 15.30 (ad apertura del parco chiuso), nella centrale piazza Margherita, al cospetto della trecentesca Matrice Vecchia di Castelbuono, proprio di fianco alla secentesca palazzina che ospita l’ex Banca di Corte, l’ex Carcere e la Torre dell’Orologio.
Ulteriori informazioni e curiosità sull’undicesimo  Slalom Città di Castelbuono potranno comunque essere facilmente reperite in qualsiasi momento da addetti ai lavori e semplici appassionati di motori sui siti internet ufficiali: http://www.palike.it/slcastelbuono.html e http://www.motorsportclubcastelbuono.altervista.org o su Facebook: www.facebook.com/nicola.palike e www.facebook.com/a.s.d.motorsportclubcastelbuono. Ancora, su Twitter, all’indirizzo: @FlavioLipani, infine su Linkedin, al medesimo indirizzo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.