Morto Sebastiano Tusa, era a bordo dell'aereo caduto in Etiopia. Messaggi di cordoglio da tutta Italia

Lunedì, 11 Marzo 2019 02:02 Scritto da  Pubblicato in Sicilia
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sebastiano Tusa era fra gli otto italiani passeggeri del volo della Ethiopian Airlines caduto in Etiopia. Tusa era assessore regionale ai Beni Culturali della Regione Siciliana e archeologo di fama internazionale.

Lo schianto è avvenuto alle 8,44 locali, 6 minuti dopo il decollo da Addis Abeba vicino alla località di Bishoftud, ad una cinquantina di chilometri a sud della capitale etiope. Le 157 vittime (149 passeggeri e 8 membri dell'equipaggio) erano di 33 nazionalità. 
L'assessore Tusa era diretto a Malindi, in Kenia, per una conferenza internazionale con la partecipazione di archeologi provenienti da tutto il mondo promossa dall'Unesco, che voleva fare di Malindi un centro di interesse storico e di recupero delle tradizioni e della cultura di tutto il Kenya. Tusa era stato chiamato proprio in virtù della sua competenza nel settore dell’archeologia marina. Sebastiano Tusa ara nato a Palermo il 2 agosto 1952, laureato in Paletnologia, aveva ricoperto la carica di  professore di Paletnologia presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Negli anni novanta, dopo una prima esperienza come archeologo alla Soprintendenza ai beni culturali di Palermo, crea il GIAS (Gruppo Intervento Archeologia Subacquea)  sezione archeologica del Centro Regionale per la Progettazione e il Restauro che qualche anno dopo si trasforma nello SCRAS (Servizio Servizio per il coordinamento delle ricerche archeologiche sottomarine) che nel 2016 diventa, Assessore regionale ai beni culturali Fabio Granata, Soprintendenza del mare di cui diventa il primo Soprintendente. Successivamente viene chiamato a guidare la soprintendenza di Trapani. Qualche hanno dopo ritorna a svolgere il ruolo di Soprintendente del mare fino al all’11 aprile 2018, quando Musumeci lo chiama a ricoprire la carica di Assessore ai Beni Culturali per la Regione Siciliana.
Figlio di un altro famoso archeologo, Vincenzo Tusa, sposato con la direttrice del Museo d'Arte contemporanea e moderna di Palazzo Riso a Palermo, Valeria Patrizia Li Vigni, padre di due figli, Vincenzo e Andrea.
Messaggi di cordoglio per la scomparsa di Sebastiano Tusa sono arrivati da tutta Italia.
Paolo Giulierini, direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, ha ricordato che Tusa: “E’ stato protagonista di celebri campagne di scavi in Italia e in tutto il mondo. Con lui il Parco Archeologico dei Campi Flegrei aveva avviato una serie di iniziative e firmato un protocollo per la tutela e la promozione dell’archeologia subacquea, grazia alla sua lungimirante visione. Con la sua scomparsa tutto il mondo della cultura perde in modo brutale un intellettuale di prestigio assoluto, che lascia un vuoto incolmabile”
Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha dichiarato: “Una notizia sconvolgente che mi ha rattristato profondamente. Avevo incontrato Sebastiano Tusa solo due giorni fa con dei giornalisti tedeschi interessati a conoscere il suo lavoro per la cultura a Palermo e come sempre lo avevo trovato appassionato, sorridente e disponibile. La nostra Regione perde un professionista di grandissimo spessore, un vero luminare nel suo campo che ha dedicato la sua vita alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio archeologico, profondo conoscitore e promotore del valore dell’arte come motore di sviluppo sociale”.
Per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci: “È una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico , un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell'Isola”.
Il vicepremier e capo politico M5s Luigi Di Maio: “Esprimo il mio profondo dolore per la tragedia dell’aereo dell'Ethiopian Airlines, in cui hanno perso la vita anche 8 nostri connazionali. Esprimo la mia vicinanza alle loro famiglie e alla Regione Sicilia per la perdita dell'assessore Sebastiano Tusa”.
Vittorio Sgarbi: “Resta il suo pensiero, l'intelligenza, la disponibilità ad ascoltare, la gentilezza, e tanti studi, tante ricerche sospese, tanti sospiri di conoscenza. In pochi casi l’archeologo, lo scienziato si era fatto politico con tanta naturalezza, continuando a vedere le cose, la storia e il mondo senza calcoli e strategia, per amore della bellezza, per la certezza che il mondo antico in Sicilia era ancora vivo. Potevano risorgere sculture, rinascere kouroi, uscire Venere dall'acqua. E come vive la storia con noi, vive anche lui oltre la sua apparente fine”.
Cordoglio anche dal ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli: “Con profondo rammarico apprendo che fra le vittime italiane c'è anche l'archeologo Sebastiano Tusa. Da rappresentante del Governo italiano e ministro per i Beni e le attività culturali mi unisco al dolore della famiglia e del Governo regionale per questa immane tragedia”.
Il Presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè: “Oggi un aereo è caduto in Etiopia. A bordo anche italiani che han perso la vita per una fatalità, per un caso. Morire di domenica mentre stai tornando da un impegno di lavoro può sembrare paradossale. Eppure c'è tanta gente che lavora di domenica. Molti non ci crederanno, ma ci sono anche i politici, i parlamentari, i rappresentanti delle istituzioni il cui lavoro spesso li porta ad essere impegnati anche quando altri riposano davanti la tv o pranzano in casa con la famiglia. Tra quegli italiani morti c’era anche un uomo delle istituzioni, un uomo di profonda cultura che aveva fatto della sua domenica di riposo una qualsiasi altra giornata di lavoro, allo scopo di promuovere l'immagine della Sicilia all'estero, per adempiere al suo ruolo di assessore ai Beni Culturali. Ciao Sebastiano, è stato un onore conoscerti e lavorare con te”.
Per l'assessore regionale alla Pubblica istruzione Roberto Lagalla che ha annullato le esibizioni dei Patrimoni immateriali Unesco ad Agrigento: “Abbiamo, insieme al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, sentito il presidente e il vice presidente della Regione e insieme alle autorità locali abbiamo deciso di trasformare questa passerella finale non mantenendola in spettacolo ma trasformandola in un momento di raccoglimento globale nel corso del quale, in questa Valle dei Templi così cara a Sebastiano, potrà essere ancora più forte il suo ricordo, ancora più suggestivo e significativo il momento di un distacco che nessuno di noi avrebbe mai immaginato poter essere così precoce. Sebastiano è stato un collega di governo nell’ultima fase della sua vita, ma soprattutto è stato un amico con il quale abbiamo attraversato tanti momenti nella temperie culturale e scientifica di questa regione, nel mondo accademico, nel mondo della ricerca, sempre con un rapporto leale, collaborativo e aperto. Mancherà a tanti di noi, ma mancherà soprattutto alla Sicilia".
Alfonsina Russo (direttrice Parco Colosseo): “È con dolore che ci separiamo da Sebastiano Tusa, esempio di studioso militante e rigoroso, che alle indagini di quel 'mare che affascina e corrompe', il Mediterraneo, ha dedicato gran parte della sua vita, contribuendo alla ricostruzione delle culture e dei rapporti tra le popolazioni del mondo antico. Era atteso al Parco, nella Curia Iulia, il prossimo 4 aprile per una conferenza sullo straordinario ritrovamento delle navi restituite dalle acque delle Isole Egadi, esito di una delle numerose ricerche condotte nella sua carriera, e primo segno tangibile della collaborazione attivata nei mesi scorsi in vista dell'allestimento della mostra 'Carthago. Il mito immortale'. Tutto il personale del Parco si stringe attorno alla famiglia, testimoniando la propria vicinanza e il proprio cordoglio, salutando l'uomo, l'archeologo e il collega".
Fabio Granata, assessore alla Cultura di Siracusa e ed asssessore regionale ai beni culturali: “Una perdita immensa. Un vuoto incolmabile e un dolore che mi lascia distrutto e senza parole. Abbiamo condiviso una vita di battaglie civili e culturali e senza di lui da domani sarà tutto più difficile. Si capirà solo in prospettiva quale perdita abbia subito oggi non solo la Sicilia ma la cultura italiana. Ha combattuto con coraggio le battaglie più estreme e difficili, senza mai perdere la gentilezza e la speranza. Mancherà in maniera indicibile".
Parlamentari siciliani del MoVimento 5 Stelle: "Esprimiamo un profondo cordoglio per la morte dell'assessore regionale Sebastiano Tusa. Una persona dalle indiscusse doti umane e istituzionali. Massima vicinanza ai suoi familiari, Tusa, oltre ad essere un grande studioso, era un siciliano che amava la sua terra e un amministratore capace di far apprezzare il valore della cultura".
Stefania Prestigiacomo, deputata siciliana di Forza Italia: "Profondo cordoglio per l’assurda morte di Sebastiano Tusa. Una persona stimabilissima, sempre, anche quando esprimevamo opinioni diverse. L'Italia perde un uomo di straordinaria cultura, la Sicilia un pezzo della sua anima".
Danilo Lo Giudice, Presidente del Gruppo Misto all'Assemblea Regionale Siciliana."Una notizia tragica che lascia senza parole. La Sicilia e l'Italia intera perdono un uomo di grandissimo spessore culturale che aveva messo a servizio della collettività la sua competenza e professionalità. Un professionista ed accademico che nonostante la fama mondiale nel suo settore, mantenuto forti le radici e il legame con la Sicilia, al cui patrimonio ha dedicato la propria vita".
Il deputato regionale Marianna Caronia: "Ho appreso con grande dispiacere della tragica morte di Sebastiano Tusa, un uomo straordinario capace di condividere la propria passione per la storia e l'arte; un grande archeologo ed un grande conoscitore della storia, che aveva compreso l'importanza della tutela del patrimonio artistico come volano dello sviluppo, non solo materiale ma soprattutto umano e sociale della nostra comunità. Chi come lui ha saputo trasmettere passione ed entusiasmo lascia un segno indelebile nella vita di chi lo ha conosciuto e di chi ne ha condiviso impegno e ideali".
Tony Rizzotto, deputato della Lega all'Assemblea Regionale Siciliana "A nome mio personale e della Lega per Salvini Premier esprimo alla famiglia il più profondo cordoglio per la scomparsa di Sebastiano Tusa. Un professionista ed uomo di cultura di spessore internazionale che aveva scelto di dedicare alla Sicilia la propria passione e le proprie competenze."
Claudio Fava Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Regionale, “Una notizia drammatica. In pochi mesi abbiamo imparato ad apprezzare la capacità dell’Assessore Tusa di imprimere un taglio di straordinaria professionalità alla gestione dei beni culturali della Sicilia. Un’opera in continuità con il suo infaticabile lavoro di studio e di ricerca. Per tutti noi una perdita grave”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.