Alimena, l’Associazione "Filippo Valenza" istituisce borsa di studio per corso di lingue all’estero

Lunedì, 07 Gennaio 2019 14:25 Scritto da  Pubblicato in Alimena
Vota questo articolo
(0 Voti)

In occasione delle festività natalizie l’Associazione "Filippo Valenza" di Alimena ha festeggiato il primo anno di attività. Nell’ambito dell'iniziativa è stato organizzato un concerto per ringraziare tutti i volontari e donatori che hanno contribuito alla realizzazione dei progetti socio-culturali.

Nel corso della manifestazione è stato illustrato il resoconto delle attività, in particolare la concretizzazione della borsa di studio per un corso universitario presso la E.Campus, da assegnare ad uno studente del locale Liceo Linguistico. Nell’occasione il Presidente Castrenze Di Gangi ha comunicato l’avvio di una campagna di raccolta fondi per istituire una Borsa di studio finalizzata a premiare uno studente del Liceo che si iscriverà nell’a.s. 2019/2020, per la frequenza all’estero di un corso di Lingue o di una parte del 4° anno.
L’Associazione, inoltre, ha ufficializzato gli impegni per il 2019. Queste le iniziative in programma: OlimpionicaMente (gara a quiz per le terze classi delle scuole medie del comprensorio madonita); la Festa del Libro e la Festa dello Studente (inserite nell’ambito della “Estate Alimenese”).
Le iniziative della A.F.V. sono rivolte alla promozione della cultura e al sostegno per gli studenti di tutte le scuole, ai quali verranno assegnati riconoscimenti, agevolazioni e incentivi nel percorso degli studi.
L’Associazione di Volontariato “Filippo Valenza” opera ad Alimena in una zona ad alto rischio sociale per disoccupazione e spopolamento. I vertici dell’organizzazione hanno creato una Biblioteca, inaugurata lo scorso 29 marzo, i cui volumi sono disponibili gratuitamente per la consultazione in loco o concessi in prestito. Il presidente del sodalizio è Castrenze Di Gangi.
Molti dei testi sono stati donati dal professor Valenza (scrittore, ex partigiano e attivista nei Comitati di Liberazione Nazionale) prima della sua scomparsa, fra i quali interessanti volumi di filosofia, con dediche di autori, e saggi sulla questione israelo-palestinese; altre elargizioni sono venute da privati cittadini e da molte Case editrici italiane. Al momento sono oltre 4.500 i volumi presenti nella biblioteca, ma continuano incessanti le donazioni. L’attività prioritaria è comunque rivolta agli studenti di tutte le scuole locali e dei 18 Comuni del comprensorio.
Sono stati organizzati incontri presso la biblioteca e varie presentazione di libri presso gli Istituti scolastici. L’Associazione ha organizzato la “1^ Festa dello Studente” conferendo attestati e premi ai ragazzi più meritevoli. Inoltre ha creato una borsa di studio per un corso universitario magistrale gratuito da assegnare allo studente del locale Liceo Linguistico che abbia conseguito i risultati migliori. Sono stati organizzati incontri pubblici di letture narrative e recitazione con attinente esposizione di opere di design oggettistico.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.