Il Sottosegretario Davide Faraone in visita al Centro San Pietro di Geraci Siculo

Domenica, 10 Dicembre 2017 16:03 Scritto da  Pubblicato in Geraci Siculo
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’On. Davide Faraone, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, accompagnato da una sua delegazione, si è recato in visita al centro per minori migranti “San Pietro” di  Geraci Siculo.

Accolto dagli ospiti della comunità, dalla responsabile della stessa, dott.ssa Francesca Lo Cicero, e dagli altri collaboratori del centro, Faraone si è a lungo intrattenuto con i presenti, ascoltando le storie dei ragazzi, interagendo con gli operatori e interessandosi alla vita della comunità e ai percorsi di accoglienza e integrazione portati avanti dalla Cooperativa Sant’Antonio che gestisce il centro.
La responsabile della comunità ha illustrato il percorso che seguono i ragazzi ospiti, a partire dai corsi di alfabetizzazione per l’apprendimento e la conoscenza della lingua italiana fino ai vari progetti didattici e ai laboratori riguardanti le colture agricole e quella dell’olivo. Il Sottosegretario ha espresso vivo apprezzamento per la meritoria opera svolta dalla Cooperativa e soprattutto per la promozione umana e l’inclusione sociale dei minori migranti anche nella prospettiva di una fattiva e positiva integrazione. In un clima cordiale, la delegazione, entusiasta per l’accoglienza ricevuta, ha così fatto esperienza dell’intensa vita del centro.
Tra i presenti anche il Parroco di Geraci, don Francesco Sapuppo, il quale ha auspicato che si possa compiere un cammino comunitario sempre aperto alla solidarietà e all’accoglienza verso chi vive lo status di migrante e improntato al reciproco rispetto delle culture per una reale integrazione tra tutti. In questo tempo difficile che viviamo – ha sottolineato il Parroco – ogni iniziativa in tal senso aiuta tutta la Comunità a costruire ponti di civiltà e a testimoniare i valori umani e cristiani.
Antonio Anatra

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.