Quattro arresti a Lecce per truffa sulla gestione dei fondi per le vittime del pizzo

Venerdì, 12 Maggio 2017 13:34 Scritto da  Pubblicato in Italia
Vota questo articolo
(1 Vota)
Quattro arresti stamani a Lecce per cattiva gestione dei fondi per le vittime del racket.
La guardia di finanza ha arrestato Maria Antonietta Gualtieri, presidente dello Sportello antiracket, Serena Politi, sua collaboratrice, Pasquale Gorgoni e Giuseppe Naccarelli, dipendenti del comune di Lecce. Solo la Politi si trova agli arresti domiciliari, gli altri in carcere. Secondo l'accusa, i quattro sono indagati per corruzione e truffa perché lo Sportello gestito dalla Gualtieri non sarebbe mai stato operativo, avendo come unico obiettivo l'indebita percezione dei fondi pubblici destinati alle vittime del pizzo. A ciò si sarebbe aggiunto pure il fatto che dipendenti comunali avrebbero operato per far sì che alcuni lavori di ristrutturazione dei locali dello Sportello antiracket venissero pagati dal comune, con l'obiettivo di agevolare il costruttore che ha effettuato i lavori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.