Giornata nazionale dei monumenti adottati: l’ITET “Don Luigi Sturzo” presenta la tonnara di Solanto

Giovedì, 11 Maggio 2017 00:46 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le classi V CT e V D AFM dell’ istituto “Don Luigi Sturzo” di Bagheria partecipano per la seconda volta al Concorso Nazionale “Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia”, indetto dalla Fondazione Napoli Novantanove, in collaborazione con il MIUR e il MIBACT.

 La scelta di continuare nell’adozione della tonnara di Solanto, bene storico di inestimabile valore per il territorio, è stata motivata dalla volontà di completare la ricostruzione della storia dell’antico sito con la ricerca sugli impianti a mare, ossia le attrezzature disposte in mare, ad una certa distanza dalla costa, secondo una tradizione millenaria che culminava nel rito della mattanza. Il percorso di ricerca ha consentito agli studenti di ripercorrere le fasi preparatorie, di allestimento del complesso sistema di reti necessario per la cattura dei tonni al loro passaggio nella tarda primavera, ed ha poi privilegiato le antiche ancore “a mare”, dove erano state collocate per la messa in sicurezza dalle reti. Ancore possenti, del peso di parecchie tonnellate, a guardia di  una città sommersa. E’ stato  possibile  per gli alunni  ammirare le straordinarie immagini della Soprintendenza del Mare,  conoscerne l’attività di ricerca, rapportarsi  alla figura dell’archeologo subacqueo, che richiede competenze tecnico-scientifiche unite alla passione per la tutela del nostro patrimonio storico-archeologico. Venerdì 12 maggio le due classi, vincitrici della medaglia d’oro lo scorso anno, parteciperanno alla Prima Giornata Atlante dei Monumenti Adottati, presentando il sito adottato ai visitatori, così come tutte le scuole d’Italia i cui lavori sono stati inseriti nel grande Atlante che racconta le storie, spesso sconosciute, dei tesori del nostro paese, restituendone la bellezza. Il percorso di ricerca, così come lo scorso anno, è stato seguito dai docenti S. Brancato, G. Collura, L. Mazzola, D. Viola.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.