Come nel film “Totò truffa ’62”: prova a vendere un appartamento occupato abusivamente

Venerdì, 21 Aprile 2017 00:17 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana Letto 143 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Come Totò che nel famosissimo film “Totò truffa ’62” aveva venduto la Fontana di Trevi, stavolta, è una donna ad aver tentato di vendere un immobile abusivamente occupato all’interno dello Zen2.

La vicenda ha inizio quando i Carabinieri della Stazione San Filippo Neri, passando al setaccio un noto sito internet alla ricerca di oggetti rubati, trovano l’annuncio di un’abitazione in vendita all’interno del quartiere. I militari, che conoscono bene il territorio dove operano, hanno immediatamente intuito che qualcosa non andava. A pubblicizzare la vendita era una donna, C.C., che, dopo aver occupato abusivamente la casa, ha pensato bene di metterla anche in vendita pur non essendo la proprietaria e pertanto non avendo alcun titolo a farlo. Ebbene, mentre “Il Principe della Risata” era riuscito a farsi dare almeno la caparra, l’intervento dei Carabinieri ha scongiurato ogni conseguenza e la donna è stata denunciata per invasione di terreni e tentata truffa aggravata.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.