Presentato il libro di Beppe De Santis “La resa dei conti. Alle radici di mafia capitale"

Domenica, 26 Marzo 2017 21:31 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Interessante presentazione del volume "La resa dei conti. Alle radici di mafia capitale", di Beppe De Santis pubblicato da Edizioni Arianna.

L’incontro si è svolto nella biblioteca dell’Istituto Gramsci Siciliano di Palermo, dove l’autore ha descritto la storia di uno dei clan politici italiani che hanno distrutto la democrazia, la politica e i partiti a Roma e in Italia. Nella presentazione gli interventi sia dei relatori che degli ospiti hanno raccontato storie collettive, miste con ricordi personali, dagli anni '70 ad oggi. Esperienze di politici, esponenti di associazioni, insegnanti universitari e giornalisti, concluse spesso con raggruppamenti negativi che hanno condotto ai risultati di oggi. Tra gli argomenti condivisi, oltre la continua insistente sull’assenza della vera democrazia, è stato ampiamente illustrata la fine dei partiti. Seguitissime gli interventi dei relatori, il moderatore dott. Angelo Sicilia, saggista e artista del patrimonio culturale immateriale siciliano, il dott. Nuccio Vara, giornalista, scrittore ed ex direttore di Rai3 Sicilia, il prof. Paolo Inglese, dell’Università degli Studi di Palermo, il dott. Alberto Samonà, giornalista e scrittore, il prof. Aurelio Angelini, dell’Università degli Studi di Palermo, l’arch. Erasmo Vecchio, consulente aziendale e storico leader sicilianista, la dott.ssa Rossana Interlandi, ambientalista e autonomista, il dott. Roberto Garraffa, presidente del consiglio comunale di Modica, il prof. Frank Ferlisi, del Partito Rifondazione Comunista e Mariano Ferro, leader del Movimento dei Forconi. E’ intervenuta anche l’avv. Nadia Spallitta, esperta di diritto amministrativo e saggista, vice presidente del consiglio comunale di Palermo, il dott. Paolo Busalacchi, ex direttore regionale alla programmazione comunitaria, leader del movimento "I Nuovi Vespri" e dell'arch. Olindo Terrana, esperto di sviluppo locale.

Massimo Miserendino
Nella foto (di M.S.) un momento dell’incontro..

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.