Tracity: a Pollina l’Associazione “Iniziativa Territoriale” avvia il turismo digitale

0
188

Pollina diventa smart. Non solo slogan e ipotesi future, da oggi la piccola realtà madonita sarà contenuta interamente in un’app.

Tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno dell’Associazione Iniziativa Territoriale che ha sposato il progetto “Tracity”. Il modello ideato dal Team Trasyvo consiste in una piattaforma che contiene vari pacchetti dati dei Comuni siciliani più e meno noti. Monumenti, luoghi d’interesse, curiosità, storia e personaggi sono descritti all’interno delle pagine dedicate con la completezza di una guida turistica e l’efficacia di un’applicazione smart. Alla presentazione svoltasi nel pomeriggio del 30 dicembre presso l’Auditorium “Samuel Sferruzza” a Finale di Pollina hanno partecipato al salotto culturale pensato per l’occasione il prof. Lucio Vranca che ha offerto un punto di vista culturale coniugando i suoi lavori di ricerca con le possibilità offerte dai nuovi dispositivi digitali, il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Pollina – San Mauro C.de, la dott.ssa Antonella Cancila che ha commentato l’iniziativa con entusiasmo sottolineando come questo genere di attività integrative possano incidere sugli studenti del nuovo millennio, il prof. Santi Vitrano che è stato anche amministratore del comune di Pollina e Kati Caruso che ha offerto un parere professionale sul valore dell’incertezza in un contesto storico – culturale incompleto qual è Pollina e ancora di più Finale. Tra gli ospiti anche l’assessore di San Mauro Nino Daino e l’On. Edy Tamaio che ha portato i propri saluti finali e augurato buon anno ai presenti.
Quando i ragazzi di Iniziativa sono venuti a conoscenza della possibilità di saltare a bordo del progetto, non si sono lasciati sfuggire l’occasione. Loro stessi, in quanto cittadini che vivono e amano il proprio territorio, hanno realizzato le schede informative contenute nel pacchetto per Pollina e Finale, che d’ora in poi potranno essere conosciute in tutto il mondo, ma soprattutto dai visitatori, con un semplice clic.
“Tracity, così abbiamo battezzato il nostro primogenito – spiega il founder Gaetano Avellone – sintetizza la nostra vision, cioè guardare all’internazionalizzazione, ma ricordando anche le nostre radici, consapevoli che sono il punto di forza principale per affrontare il mondo.” Letteralmente significa Travel City, ossia viaggiare e città, ma abbastanza evidente per i siciliani è il richiamo al dialetto che rievoca quel “trasite”, cioè entrate, siate i benvenuti nei nostri luoghi di vita.
Tracity consentirà una promozione del territorio a costo zero; è scaricabile gratuitamente su dispositivi con sistema operativo Android tramite Play Store e non occorrono registrazioni. Le risorse impiegate – come evidenziato durante il dibattito della presentazione – sono state limitate a uno studio e una sintesi delle informazioni utili da inserire nel rispetto delle verità storiche, specialmente quando si entra nel merito delle argomentazioni culturali. La straordinaria intuizione del Team Trasyvo unita ai vantaggi della digitalizzazione permetterà infatti un enorme balzo in avanti in termini di promozione turistica a un borgo che con fatica si ritaglia uno spazio nel panorama culturale del territorio circostante. Pollina e Finale dunque vengono iniziate al turismo 2.0 grazie a un’operazione di contatto tra generazioni solo apparentemente distanti, valorizzando la ricerca e lo studio del passato e connettendola all’innovazione tipicamente giovanile di cui lo smartphone è simbolo. E Iniziativa Territoriale ha fatto da ponte, consapevole del ruolo di responsabilità verso il proprio territorio e desiderosa di invitare tutti: “tracity” e vedete.