X edizione del “Funghi Fest”. Boom di presenze a Castelbuono

Venerdì, 28 Ottobre 2016 20:15 Scritto da  Pubblicato in Castelbuono
Vota questo articolo
(0 Voti)

Boom di presenze di turisti, visitatori e appassionati quello che si è registrato a Castelbuono  in occasione della X edizione del “Funghi Fest” dal 21 al 23 ottobre 2016 la kermesse enogastronomica dedicata ai funghi organizzata dall'Associazione Culturale Promomadonie-Sicilia.

Ancora una volta la manifestazione si è riconfermata come uno degli eventi di grande rilevanza regionale con le oltre 20 mila presenze stimate che si sono registrate nella sola giornata di domenica 23 ottobre. La kermesse di Castelbuono è ormai diventata una tappa importante e di grande richiamo turistico nel panorama delle manifestazioni enogastronomiche siciliane. Teatro delle degustazioni a base di funghi, vino e dolci locali sono state Piazza Castello e Piazza Margherita prese d’assalto dagli appassionati del fungo da venerdi 21 a domenica 23 ottobre. Da registrare, nell'occasione, le tantissime presenze di visitatori e turisti stranieri al Museo Civico del Castello dei Ventimiglia, facendo registrare, il record d'incasso. Numerose le aziende del territorio presenti negli stand posizionati lungo tutto il centro storico della cittadina madonita che hanno messo in “mostra” e fatto gustare i loro prodotti. Cooking show, musica, artisti di strada, spettacoli itineranti, visite guidate, escursioni nel Parco delle Madonie, convegni e mostre, hanno arricchito questa X edizione rendendola un’edizione dalle grandi qualità e dai grandi record. Il concerto della “Notte della Taranta”, tenutosi sabato sera, ha riempito all’inverosimile Piazza Castello. Sul palcoscenico naturale si sono registrate oltre 2.500 presenze di appassionati provenienti anche dalla Calabria che hanno ballato al ritmo musicale del nuovo cd dei “Tarantolati” di Tricarico presentato per l’occasione in anteprima nazionale a Castelbuono. «Al progetto hanno partecipato anche i docenti e gli alunni dell’ I.I.S. “L. Failla Tedaldi” sez. IPSSAR di Castelbuono, l’I.I.S. “Mandralisca” sez. I.P.S.S.E.O.A. di Cefalù che hanno curato mostre, percorsi didattici e degustazioni – ha rilevato con soddisfazione Jhonny Lagrua, presidente dell'Associazione Culturale Promomadonie-Sicilia - nella Sala delle Capriate presso il Museo “F. Minà Palumbo” si è tenuto l’interessante convegno dal tema  “La biodiversità  naturale e agroalimentare della Sicilia” organizzato dal Museo Naturalistico “Francesco Minà Palumbo”, dall’IdiMed e dall’Università degli Studi di Palermo. Si sono registrate lunghe code di attesa - dalle due alle tre ore - prima di poter varcare l’uscita autostradale per raggiungere Castelbuono». Tutto esaurito in alberghi, b&b, case vacanza, appartamenti, ville e ristoranti che, anche se costretti a tripli turni, non hanno potuto soddisfare l’enorme richiesta di questi giorni, rinunciando a migliaia di prenotazioni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.