Il commissario straordinario di Termini propone una ricompensa al valore civile per i due carabinieri che hanno salvato la vita ad un senza tetto

Domenica, 23 Ottobre 2016 19:39 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una medaglia al valore civile per i due militari che hanno salvato la vita ad una uomo aggredito da un balordo. 
Lo ha proposto il commissario straordinario del comune di Termini Imerese, Girolamo Di Fazio, per premiare il civismo di due carabinieri che nel 2015 hanno salvato la vita ad Agostino Sansone, noto ai più come Ustinu Maiulinu. Si tratta del luogotenente Marcello Distefano, comandante della compagnia carabinieri della città, e del maresciallo Danilo Macaddino, oggi comandante dei carabinieri di Roccapalumba. I due sono riusciti a salvare la vita di Sansone, aggredito senza motivo. L'episodio risale al 14 marzo dello scorso anno, e Sansone, all'epoca un senza tetto, dedito all'alcol è solito dormire dove capitava, si trovava all'interno della stazione ferroviaria, quando è stato improvvisamente aggredito alla testa da uno sconosciuto, perdendo i sensi. I due militari, che si trovavano a passare per caso da lì, sono riusciti a bloccare l'aggressore, che è stato arrestato, prestando i primi soccorsi alla vittima, che è stata poi ricoverata in ospedale. Dopo le cure tutto è cambiato per Ustinu Maiulinu. Egli ha infatti trovato una casa famiglia che lo ha accolto, non beve più ed ha trovato tanti amici che lo accudiscono e lo vogliono bene. Per tale episodio adesso il commissario straordinario di Termini ha deliberato di proporre al prefetto di Palermo il riconoscimento di una medaglia al valore civile per i due carabinieri che hanno salvato la vita a Ustinu Maiulinu.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.