Con una vettura rubata forza un posto di blocco dei Carabinieri che lo inseguono. Dopo aver tentato di speronare la vettura dei militari finisce in manette

Domenica, 23 Ottobre 2016 15:46 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nella tarda serata di venerdì, nel corso di un servizio di controllo alla circolazione stradale Carabinieri hanno tratto in arresto un ragazzo con l’accusa ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane Francesco Marino, 20enne palermitano, volto noto alle Forze dell’Ordine, che stava viaggiando sulla s.s. 121 a bordo di una Fiat Panda, risultata poi rubata, all’alt intimatogli dalla pattuglia dei Carabinieri di Villafrati ha tentato una fuga precipitosa nonostante l’intenso traffico. Dopo un inseguimento durato circa 10 minuti, e dove il ragazzo ha tentato ripetutamente di speronare la vettura dei militari, l’auto è stata bloccata all’altezza del bivio per Villafrati. Condotto in caserma, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato tratto in arresto con l’accusa di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. Tradotto nella giornata di ieri presso il Tribunale di Termini Imerese è stato giudicato con il rito direttissimo a seguito del quale, dopo la convalida è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di soggiorno nel comune di Palermo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.