Carabinieri arrestano due fratelli con l’accusa di riciclaggio. In un fondo agricolo nascondevano sei autovetture provenienti da furto

Martedì, 30 Agosto 2016 15:02 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

I carabinieri hanno arrestato due fratelli con l’accusa di riciclaggio.

I due giovani, Vincenzo Badagliacca 31enne e Francesco 29enne, di cui uno titolare di un’officina meccanica palermitana, sono stati sorpresi con le mani nel sacco, mentre sostituivano il motore di un’autovettura di un monrealese, con uno appartenente ad un autovettura rubata. L’immediata attività dei Carabinieri ha permesso di individuare un fondo agricolo a Monreale, dove i due giovani nascondevano sei autovetture provento di furto (in provincia di Palermo e di Bolzano). Tutti gli autoveicoli rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro e saranno restituiti ai legittimi proprietari al termine degli accertamenti. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti disponendo per entrambi la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.