"Clima di odio e di veleni".“Subdola macchinazione”.La maggioranza fa quadrato attorno al primo cittadino

Giovedì, 28 Luglio 2016 12:58 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(4 Voti)

Con una lettera ai cittadini la maggioranza consiliare di Campofelice di Roccella e la giunta rispondono alle aspre critiche che in questi giorni hanno avanzato verso l'amministrazione, rappresentanti delle opposizioni e alcuni cittadini.

Nel documento, dopo lo sfogo del sindaco Massimo Battaglia degli scorsi giorni si torna a parlare di “clima di odio e di veleni artatamente innescato e diffuso da taluni personaggi”.

“L’attacco spietato ed ingiustificato mosso nei confronti del nostro Sindaco e della Amministrazione – si legge nel documento -, denota l’intento, dolosamente perpetrato da chi, ingenerando ostilità ed approfittando delle difficoltà oggettive in cui versano tutte le Amministrazioni Comunali, con fare pretestuoso ed arrogante, vuole fare solo critiche vane ed infruttuose. Invettive veementi e gratuite, tendenti a colpire l’uomo e la sua serenità personale e familiare, prima ancora della figura istituzionale, in un clima di odio, di risentimento e di incitamento alla violenza, che nulla può avere a che spartire con un sano confronto politico!”.

Secondo la maggioranza si tratta di “una vera e propria “subdola macchinazione”, tendente a vessare ed intimidire chi, ricoprendo legittimamente un ruolo che il Popolo gli ha attribuito, risulta essere di intralcio alle mire di conquista del potere, da taluni, più volte, rappresentate”.

“In questo clima di preoccupante tensione, abbiamo registrato, con nostro grande dispiacere, alcuni pericolosi atti di sabotaggio, prontamente denunciati alle competenti autorità, frutto di un disegno criminoso ostile e sprezzante nei confronti della comunità intera. Proprio qualche giorno addietro, infatti, gli operai della società affidataria del Servizio Idrico Integrato, hanno rinvenuto una pompa del collettore fognario staccata ed il galleggiante reciso. Appare manifesto che tali atti, ad opera di ignoti, rappresentino un chiaro tentativo di intimidire e screditare l’operato del Sindaco e dell’Amministrazione. E poi ancora i due incendi, su terreni privati, in prossimità del centro urbano, a distanza di brevissimo tempo. Strane coincidenze, con un unico obbiettivo. Di fronte a questi vili gesti criminosi, alle basse mistificazioni della realtà, alle offese gratuite e deliberatamente infondate, all’incitamento all’odio, la nostra reazione, forte e determinata, è quella di lottare strenuamente per l’affermazione della verità!”.

Poi l'attacco senza mai nominarli ad alcuni esponenti delle opposizioni negli ultimi tempi molo attivi nel criticare l'amministrazione guidata da Battaglia. “Bisogna smascherare le bugie, i falsi propositi di chi, fuggendo miseramente e vigliaccamente di fronte alle difficoltà oppure aggredendo con cattiveria, vuole lasciare dietro di sé solo il vuoto e la distruzione, auspicando il declino di tutto e di tutti! Non possiamo (e non dobbiamo) accettare lezioni di moralizzazione da parte di chi nulla ha fatto sino ad oggi, pur avendo ricoperto ruoli amministrativi di grande prestigio, o per meglio dire, da chi ha contribuito ad ordire molte delle difficoltà che attanagliano oggi la nostra comunità e che questa Amministrazione si ostina ad affrontare ed a combattere”.

Poi uno sguardo al passato dal quale i consiglieri spiegano arrivano molte delle problematiche che tormentano Campofelice “Numerosi sono i risultati raggiunti, nonostante la “avverse congiunture del presente” e le “infauste eredità del passato” che, nostro malgrado, continuano a martoriare la nostra terra”.

Poi l'invito alla collaborazione da parte di tutti “mettendo da parte ogni personalismo o individualismo ed operare per “servire” questa comunità, ponendo fine, definitivamente, ad ogni brama di potere e di rivalsa, mossa da coloro che sanno solo “inveire”, “recriminare”, “screditare l’operato altrui”, senza mai avere il coraggio di compiere azioni concrete”.

“Ci siamo stretti a tutela del nostro Popolo!” perchè non possiamo permettere che “coloro i quali di questo potere hanno sempre “abusato” e che, nonostante le sonore punizioni inflitte dal popolo o i tradimenti perpetrati, vorrebbero poter riconquistarlo per continuare ad abusarne indisturbatamente. Per tutto quanto espresso, difenderemo il nostro Sindaco ed il nostro progetto per Campofelice con l’impegno, l’onestà, la passione e la determinazione che contraddistinguono il nostro agire, oggi e per sempre!”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.