Condannato per inquinamento il titolare della Frigomacello cooperativa San Giorgio di Gangi

Sabato, 14 Maggio 2016 07:00 Scritto da  Pubblicato in Gangi
Vota questo articolo
(2 Voti)
Inquinamento delle acque del torrente Secco a Gangi.
Con questa accusa è finito sotto processo davanti al giudice monocratico di Termini Imerese Santo Mocciaro, 65 anni, di Gangi, titolare della Frigomacello cooperativa San Giorgio. Secondo l'accusa la ditta nel 2012 avrebbe sversato le acque di lavaggio dell'impianto industriale di lavorazione delle carni direttamente nel torrente Secco, causando così l'inquinamento del corso d'acqua. Gli inquirenti sono giunti alla denuncia di Mocciaro perché si sono accorti della continua fuoriuscita di liquido rossastro e di cattivo odore da una condotta, che gettava le acque direttamente nel torrente Secco, tubo che proveniva dall'impianto di macellazione. E' così scattata la denuncia per inquinamento di acque a carico del titolare della ditta, che al processo è stato poi riconosciuto colpevole e condannato alla pena di sei mesi di reclusione, oltre che al pagamento delle spese processuali.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.