Lettera aperta del sindaco. La presa di posizione del M5S cittadino

Sabato, 23 Maggio 2015 12:18 Scritto da  Pubblicato in Campofelice
Vota questo articolo
(1 Vota)

"A quando la prima festa della coerenza?" è l'invito provocatorio del Movimento cinque stelle di Campofelice di Roccella dopo la lettera aperta del primo cittadino Massimo Battaglia in cui apriva a nuove forze l'esperienza della propria giunta e dopo le dimissioni dell'assessore Parisi in polemica con le scelte di apertura del sindaco.

Sono le prime reazioni ufficiali dopo quelle apparse da alcuni rappresentanti politici sui propri profili facebook che invitano alle dimissioni il sindaco.

"E' risaputo che Campofelice cerca affannosamente le proprie tradizioni e quindi è un susseguirsi di Prime Feste. Suggeriamo ai solerti Amministratori di indire la Prima Festa della Coerenza e possibilmente di ripeterla in modo che questi teatrini non abbiano a ripetersi".
Ci vanno giù pesanti i pentastellati. "Con stupore accogliamo la lettera aperta, ma in realtà chiusa perchè rivolta a giustificare decisioni già prese altrove". Il movimento grillino critica le scelte e le mosse messe in atto dal sindaco criticato per aver prima "elogiato il proprio impegno" per poi scoprire "improvvisamente i propri limiti amministrativi".
"La richiesta di collaborazione arriva dopo un lungo periodo di stallo politico - si legge ancora nel documento - che ha prodotto le dimissioni dell'Assessore Parisi, usata come "vittima sacrificale" per futuri rimpasti".
Le richieste sono perentorie e precise: rispetto del risultato elettorale e le dimissioni in caso di impossibilità a governare.
"Chiediamo con forza il rispetto del risultato delle urne [...]. I cittadini hanno dato preciso mandato [...]. Negli ultimi mesi invece è emersa l'assenza quasi totale dell'opposizione. Se non siete capaci di amministrare, dimettetevi e la parola torni ai cittadini. No agli inciuci!"

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.