Blitz dei Carabinieri e della Guardia di Finanza al comune e cimitero: fermi, sequestro di documenti e indagati

Martedì, 13 Gennaio 2015 13:11 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(11 Voti)

Secondo le prime indiscrezioni tutto è cominciato alle cinque del mattino con il fermo a Termini Imerese del presidente di una cooperativa che ha ottenuto appalti con il Comune, mentre alle sette all’apertura  dei cancelli del cimitero gli inquirenti si sono portati via documenti e computer.

Un’ora dopo negli uffici di piazza Duomo arrivavo finanzieri e carabinieri che procedevano al sequestrato di documenti riguardanti gare di appalto Altri si presentavano al comando dei vigili urbani in via Marconi. Secondo sempre voci di corridoio sarebbero indagati due assessori e due consiglieri comunali. In un certo qual modo si tratta di provvedimenti che erano nell’aria e che fanno parte di quella inchiesta nata subito dopo le elezioni comunali dello scorso anno, con una indagine sul voto di scambio e che sta portando alla luce scenari sempre più torbidi e inquietanti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.