L'Assessore ai Beni culturali Antonio Purpura visita il Mandralisca

Sabato, 10 Gennaio 2015 08:03 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(0 Voti)

In visita al Mandralisca l’assessore regionale ai Beni culturali, Antonio Purpura, accompagnato dal sindaco Rosario Lapunzina e dal presidente del consiglio comunale Antonio Franco, l’assessore è stato accolto dai vertici della Fondazione e dai dipendenti. Presente anche il deputato regionale Giuseppe Lupo, uno dei proponenti delle misure legislative in favore del museo approvate dall’Assemblea regionale.

Con l’assessore è stato fatto il punto della situazione e delle iniziative promosse dal consiglio di amministrazione per il risanamento dei conti e per il rilancio delle attività culturali. Il presidente Franco Nicastro, che ha valutato favorevolmente i provvedimenti dell’Ars e dell’assessore, ha tracciato a grandi linee l’indirizzo seguito dai vertici per recuperare soprattutto l’efficienza della gestione della Fondazione.
L’assessore Purpura ha confermato che la strada intrapresa è in linea con le nuove politiche culturali e con i più avanzati criteri di gestione dei siti museali. Si tratta, ha sottolineato Purpura, di una grande risorsa del patrimonio culturale siciliano da mettere al reddito per rafforzare le occasioni di autofinanziamento.
Il sindaco Lapunzina ha ribadito l’impegno del Comune per salvare e consolidare il ruolo di un’istituzione che rappresenta una grande risorsa per l’immagine e per la vita culturale di Cefalù.
L’assessore Purpura ha poi visitato il museo, con l’immancabile sosta davanti al Ritratto d’uomo di Antonello da Messina, e si è interessato alle due mostre temporanee attualmente allestite: “Fascino senza tempo”, un’esposizione della collezione di antiche gemme incise a cura di Rosalia Liberto, e “Lettera dalla nuova Italia”, un inedito diario di viaggio del 1861 del barone Enrico Pirajno di Mandralisca.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.