Inaugurazione della mostra permanente “Na Tila pi stu Natali” nel Reparto di Ginecologia e di Pediatria dell’Ospedale

Venerdì, 19 Dicembre 2014 22:01 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Quando si pensa ad una donna incinta e ad un bambino che nasce, come il Natale ricorda, non si può non pensare al reparto di Ginecologia e di Pediatria di un Ospedale: è stato proprio nelle aree comuni  di questi reparti  dell’Ospedale S. Cimino che il 19 Dicembre è stata inaugurata la mostra permanente delle tele che negli scorsi anni hanno partecipato al concorso “Na Tila pi stu Natali” collegata con il presepe vivente di Termini Imerese.

 

Con gli stessi presupposti e le stesse prospettive di Fede da cui nasce il presepe vivente, il concorso è stato negli scorsi anni un’occasione per raccontare attraverso l’arte pittorica l’evento straordinario del “Natale Gesù Bambino”, luogo d’incontro per artisti del territorio imerese e il loro omaggio (“Na Tila”) per fissare lo sguardo su un momento dell’incarnazione.

L’inaugurazione darà di fatto inizio alle manifestazioni connesse al presepe vivente termitano organizzato dalla Comunità Ecclesiale Termitana,che  per l’ottavo anno consecutivo colorerà e riscalderà il centro storico termitano, il 21 e il 28 Dicembre 2014, il 4 e il 6 Gennaio 2015.  Accompagnati dai pastori, a cui per primi fu dato l'annuncio della nascita di Gesù, i visitatori torneranno "indietro nel tempo". Da spettatori, si trasformeranno in testimoni degli eventi a cui assisteranno,  in un viaggio di quasi due ore che li coinvolgerà ed emozionerà direttamente. Come palestinesi di duemila anni fa, vedranno la reggia del re Erode, il tempio di Gerusalemme, il mercato di Betlemme, l'accampamento dei romani. Come i pastori, nella grotta di Betlemme, adoreranno Dio che si è fatto uomo, e infine lo incontreranno vivo e vero, nell'adorazione eucaristica.  Maggiori informazioni su: www.presepetermini.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.