Raddoppio ferroviario. Nuova giornata di protesta

Venerdì, 07 Novembre 2014 05:41 Scritto da  Pubblicato in Comprensorio
Vota questo articolo
(0 Voti)

E' stata una giornata di protesta davanti a i cancelli della Cefalù20 quelal di ieri. Una trentina di operai hanno presidiato per l'intera giornata i cancelli dell'azienda e il cantiere per il raddoppio ferroviario Fiumetorto-Ogliastrillo, in attesa della convocazione da parte del prefetto, richiesta da Feneal, Filca e Fillea.

Le Federazioni degli edili di Palermo chiedono il rispetto dell'accordo firmato il 20 settembre 2012 presso confindustria Sicilia,che prevedeva "l'obbligo di assunzione dei lavoratori licenziati (..) in modo tale da poter ricollocare al lavoro almeno il 50 o 60% dei lavoratori stessi".
Durante la giornata i lavoratori hanno ricevuto la solidarietà idei sindaci di Termini Imerese, Campofelice e Pollina.
Stamattina alle 6 i lavoratori si sono riuniranno di nuovo al cantiere per una nuova giornata di protesta, in attesa di conferma, di un imminente convocazione utile a rasserenare gli animi.
"In questi giorni anche la presenza delle forze dell'ordine è stata attenta e vicina ai lavoratori - spiegano dalla Fillea Cgil - oltre che utile a gestire i momenti di tensione. Una presenza sempre connotata dal rispetto e dalla comprensione per la disperazione di chi ha perso il lavoro e di questo non possiamo che ringraziarli da lavoratori a lavoratori".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.