La testimonianza di Gianna Emanuela Molla, figlia di santa Gianna Beretta Molla

Venerdì, 17 Ottobre 2014 09:13 Scritto da  Pubblicato in Caccamo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Martedì 14 ottobre la comunità ecclesiale di Caccamo ha accolto Gianna Emanuela Molla, figlia di santa Gianna Beretta Molla, in coincidenza della celebrazione del sinodo straordinario sulla famiglia in corso di svolgimento a Roma.

Alla chiesa Madre Gianna Emanuela Molla ha ricordato la figura della mamma, canonizzata nel 2004 da papa Giovanni Paolo II, moglie, madre, medico, vivendo la normalità della vita quotidiana. “Il suo messaggio di madre, che ha fatto dono di sé per farmi nascere, mi riempie di gioia", ha detto Gianna Emanuela. Nel 1961, infatti, al termine del secondo mese di una nuova gravidanza (era in attesa proprio di Gianna Emanuela), la santa fu colpita da un fibroma all’utero. Prima però dell’intervento chirurgico di asportazione della massa tumorale, pur essendo consapevole dei rischi e dei danni che sarebbero potuti insorgere durante la gravidanza, ella chiese al chirurgo di salvare la vita che portava in grembo, anche a scapito della sua. Così il 21 aprile 1962 la donna partorì la bambina, ma dopo qualche ora le sue condizioni si aggravarono, portandola alla morte pochi giorni dopo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.