Convegno “Situazione attuale e prospettive per il paesaggio e la manna dei frassini delle Madonie” e inaugurazione mostra “La manna tra mito e realtà”

Lunedì, 08 Settembre 2014 08:56 Scritto da  Pubblicato in Castelbuono
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il prossimo 12 Settembre alle ore 16,45 presso la Sala delle Capriate di Castelbuono si svolgerà il Convegno dal titolo “Situazione attuale e prospettive per il paesaggio e la manna dei frassini delle Madonie, organizzato dal Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo con il patrocinio del Comune di Castelbuono.

 

Interverranno il Direttore del Museo Prof. Rosario Schicchi, la dott.ssa Maria Luisa Virga Dirigente della Soat di Castelbuono, il Dott. Dario Costanzo per il GAL isc Madonie, i professori Giuseppe Noto e Giuseppe Piro, il Presidente di So.Svi.Ma. Alessandro Ficile, i Sindaci dei Comuni di Castelbuono, Pollina, Cefalù, San Mauro Castelverde e di Geraci Siculo, e il dott. Luigi Lochi consulente di Fondazione con il Sud.

A seguire alle ore 19.30, presso il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo, alla presenza anche del Direttore dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo, Prof. Francesco M. Raimondo, sarà inaugurata la seconda edizione della mostra La “manna” tra mito e realtà.

Si tratta, per buona parte, della riproposizione della mostra ideata e realizzata dal Dipartimento di Scienze Botaniche dell’Università di Palermo, nell’ambito del progetto comunitario Lotus2000+ ed esposta in diverse località tra cui Atene, Lipsia, Londra e Parigi.

L’obiettivo principale della mostra è quello di promuovere la conoscenza della manna attraverso un percorso storico che, partendo dalle citazioni presenti nel Vecchio Testamento e nelle opere degli antichi scrittori greci e latini, arriva ai nostri giorni.

La mostra documentaria prende in considerazione gli aspetti della manna ottenuta da varie specie di vegetali ma soprattutto quella dei frassini (Fraxinus ornus e F. angustifolia) cui è connessa una particolare cultura materiale locale che, in parte, ancora oggi sopravvive nelle campagne di Castelbuono e di Pollina, mentre fino ad alcuni decenni addietro era comune anche ad altri centri della fascia costiera del Palermitano e del Trapanese. Tale mostra, basata essenzialmente su documenti storici, immagini ed attrezzature caratteristiche, mette in evidenza l’influenza della frassinicoltura nella società rurale, le tecniche di incisione del frassino, la raccolta, la lavorazione ed il commercio della manna, le sue proprietà e gli usi passati, presenti e futuri. Ampio risalto è dato anche alla funzione svolta dai frassini circa la caratterizzazione del paesaggio del versante settentrionale delle Madonie che è unico a livello mondiale.

Una trentina di pannelli esplicativi, documenti di vario genere e opere pittoriche, originali o in copia, arricchiscono l’esposizione.

L’edizione attuale è curata dal Museo Naturalistico “Francesco Minà Palumbo” dall'Orto Botanico e Herbarium Mediterraneum dell'Università di Palermo e dal Comune di Castelbuono.

La mostra resterà esposta fino al 30 novembre 2014 e, successivamente, potrà essere ospitata presso altre sedi sia in Italia che all’estero. Si tratta, dunque, di occasioni utili per diffondere l’attenzione sul peculiare paesaggio del frassino e sulla manna con il preciso intento di favorire la conservazione attiva dei frassineti e di incentivare il recupero della storica attività produttiva che tanto ha dato in passato all’economia locale e tanto è ancora in grado di dare per lo sviluppo .

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.