Ospedale al buio. Dopo l'allarme legionella, nuova "disgrazia" per il nosocomio termitano

Venerdì, 14 Marzo 2014 15:30 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ospedale al buio a Termini Imerese. Dopo l'allarme legionella, una nuova "disgrazia" si è abbattuta sul nosocomio termitano. Da questa mattina squadre di tecnici dell'Enel sono alacremente al lavoro per cercare di ripristinare un grosso black out che ha colpito l'ospedale, mandando in tilt numerosi reparti ed uffici, costringendo a braccia conserte medici ed infermieri o a spostare i pazienti in altri reparti, dove funziona ancora l'elettricità.

Ed infatti pare che il gruppo di continuità, partito al momento del black out, non sia sufficiente a garantire l'energia all'intero stabile, ma solo ad alcune sezioni. E così si è deciso di trasferire operatori sanitari e pazienti, almeno quelli più gravi, in altri reparti dove, per il momento, la luce arriva, in attesa che gli operai Enel riescano ad individuare e riparare il guasto prima possibile. Dopo l'acqua contaminata dal batterio della legionella e le luci spente, cosa accadrà ancora all'ospedale "Cimino" di Termini Imerese? E’ solo un caso oppure, più realisticamente, tutto questo è il frutto di incapacità gestionali? 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.