Madre e figlio in “vacanza” senza pagare il conto. Il secondo episodio in poco tempo

0
151

Dopo il caso della giornalista palermitana e del suo compagno all’Hotel Riva del Sole un’altra donna si gode il vitto e l’alloggio presso un albergo cefaludese senza saldare il conto al momento di lasciare la cittadina.
 
Ad essere stato truffato questa volta è stato l’Hotel Tourist, altro noto albergo situato a due passi dalla spiaggia della cittadina normanna, presso il quale la signora, in compagnia del figlio, ha pensato bene di pernottare tra fine agosto e inizio settembre consumando tutto quello che c’era da consumare tra birre, coca cola e succhi di frutta.
 
La signora non sarebbe nuova a questi particolari “pacchetti vacanze”, tanto da essere stata denunciata per fatti assolutamente identici dai carabinieri di Apecchio e dai poliziotti del Commissariato di Senigallia. 
 
Considerati i precedenti di polizia e il rischio che in futuro altri esercizi alberghieri possano incorrere nella stessa disavventura dei gestori dell’Hotel Tourist, il Commissariato di Cefalù ha diramato la foto della truffatrice. Si tratta di Laura Piermarini, nata a Monterotondo il 28 aprile 1975 e lì residente.  
 
Purtroppo, malgrado gli agenti di Polizia di Polizia abbiano identificato subito l’autrice di questa ennesima truffa ai danni di un esercizio ricettivo cefaludese, della signora e del figlio, subito dopo il loro allontanamento dall’albergo, non vi era più traccia.