Iniziativa del Gal Madonie: la valorizzazione dell’identità del territorio attraverso le De.co.

Mercoledì, 21 Agosto 2013 00:42 Scritto da  Pubblicato in Pollina
Vota questo articolo
(0 Voti)

Passa attraverso l’iscrizione nel registro De.c.o., la denominazione comunale di origine, la valorizzazione dei prodotti tipici locali, realizzati e ottenuti sul territorio comunale secondo modalità consolidate nei costumi e nelle consuetudini. Il territorio madonita antesignano nell’istituzione dello speciale registro.

Se ne parlerà a Pollina, il 23 agosto 2013, alle ore 10, nell'aula consiliare del Comune, nell'ambito delle manifestazioni legate alla sagra della manna, in una tavola rotonda su: "La valorizzazione dell'identità del territorio attraverso le DE.CO." promossa dal Gal Isc Madonie in collaborazione con il Comune di Pollina, Parco delle Madonie, Idimed e la Libera Università Rurale Saper&Sapor. Un momento importante per delineare le procedure di attivazione del percorso verso il riconoscimento delle De.co., vere e proprie carte d’identità che legano una tipica produzione al luogo storico di origine, certificandone “nascita” e  “crescita”. Ambasciatori dell’identità territoriale e di promozione del prodotto territorio, l’iscrizione in apposito registro, ne permetterà di attestare composizione e modalità di produzione secondo uno specifico disciplinare. “Le De.co. – ha dichiarato il presidente del Gal Isc Madonie, Bartolo Vienna – rappresentano un alto valore identitario per una Comunità importante strumento di salvaguardia delle produzioni e mezzo per promuovere le specificità con le quali una comunità si identifica, da quelle culturali e storiche a quelle enogastronomiche, offrendo una sicura tracciabilità e consolidando l'identità possono favorire l’indotto turistico captando l’attenzione dei “gastronauti”, i nuovi fruitori di un turismo di qualità”. Alla tavola rotonda, un momento importante per delineare le procedure di attivazione del percorso per il riconoscimento delle de.co., previsti i saluti del sindaco di Pollina onorevole Magda Culotta, ad aprire i lavori Bartolo Vienna – presidente Gal Isc Madonie, l’introduzione sarà curata da Francesca Cerami – I.Di.Med, seguiranno gli interventi di: Nino Sutera  - assessorato delle risorse agricole e alimentari; Giuseppe Bivona – presidente L.U.R.S.S. Onlus; Giuseppe Carruba – presidente I.Di.Med; Rosario Schicchi – Università degli studi di Palermo; Maria Luisa Virga – dirigente Soat di Castelbuono e Alessandro Ficile – presidente So.Svi.Ma S.p.A., Peppuccio Bonomo – Parco delle Madonie, le conclusioni saranno di Dario Costanzo – responsabile di piano del Gal Isc Madonie. Modera Mario Azzolini - sindaco di San Mauro Castelverde – giornalista Rai. Programmati interventi di amministratori e operatori economici del territorio.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.