Le Madonie Golf: pubblicata sul Sole 24 Ore una “richiesta di manifestazione d’interesse”

0
180

Il 30 luglio dell’anno scorso veniva notificato il  fallimento della Ecotecna S.R.L., proprietaria della struttura “Le Madonie Golf” ubicata nel territorio di Collesano, contestualmente  veniva nominato come curatore fallimentare  dal magistrato Gabriella Giammona del Tribunale di Palermo, l’ Avv. Massimo Pensabene. La vicenda ebbe un eco abbastanza rilevante nelle pagine di cronaca locale, anche per la battaglia condotta nei mesi precedenti da  una parte dei dipendenti dell’impianto che entrati in sciopero erano poi passati ad occupare simbolicamente l’annesso campo da golf, per protestare contro il mancato pagamento dei salari che in alcuni casi arrivava a sfiorare le  24 mensilità.

A nove mesi di distanza dalla notifica di fallimento,  è stata pubblicata (giovedì 7 marzo) nel Sole 24 Ore e a breve avverrà altrettanto in altri quotidiani nazionali e nelle riviste specializzate  sul golf,  una “ richiesta di manifestazione d’interesse”. Nell’annuncio in questione pubblicato dal Tribunale di Palermo, viene riportata la stima degli immobili acquisiti all’attivo  fallimentare della procedura n. 81/2012, espletata dal consulente tecnico d’ufficio nominato dal Giudice, l’ing. Mario D’Amore.
La prima valutazione attiene al complesso sito in Collesano in C/da Bertucelli avente un’ estensione di circa 61 ettari che comprende campo da golf 18 buche con percorso di m. 6035, classificato come “par 72” con pichting , putting e driving green: club house, 32 villette; albergo a tre piani con 26 camere, sala reception e sala convegni, ancora beauty farm allo stato grezzo, ristorante, bar, cucine e servizi; una piscina da ripristinare, aggregazioni composte da 14 corpi a monte dell’albergo con 46 stanze, 14 junior e due suite presidenziali; capannone, oleificio, due campi da tennis, impianto di cogenerazione. Il complesso comprende anche circa 2000 piante di agrumi e 3000 di alberi olivo. Unitamente ad una villetta unifamiliare ubicata in Campofelice di Roccella, nei pressi della s.s. 113, il valore di mercato stimato per entrambi i beni è di € 63.000.000,00. Viene invece stimato al valore di mercato di € 1.600.000,00 l’azienda agricola ubicata a Collesano in C/da Ivuoni , con annesso terreno di circa 24 ettari con alberi di olivo, vigneto, capannone, fabbricato rurale  e rudere. Le stime per la locazione sono state invece fissate per tutti i predetti beni e ammontano per i primi tre anni in € 350.000,00 annui e per i successivi in € 800.000,00 annui. Come riportato nell’annuncio le offerte d’acquisto potranno essere presentate presso il Tribunale di Palermo entro il 15 aprile 2013 . Sempre entro la stessa data  potranno inoltre essere presentate le offerte di locazione in busta chiusa . La notizia di questa pubblicazione è stata accolta con entusiasmo dai dipendenti, protagonisti loro malgrado di un vero e proprio dramma del lavoro, in un contesto produttivo, quale quello del nostro comprensorio, sempre più deteriorato dalla crisi economica e con tassi di disoccupazione giunti ormai a livelli intollerabili. La presentazione di un’offerta congrua d’acquisto o di gestione dell’impianto comporterebbe il rilancio della struttura che era stata realizzata, ricordiamolo, anche con la compartecipazioni di fondi pubblici, fino a pochi anni fa fiore all’occhiello del golf nazionale e al contempo permetterebbe di dar respiro alle famiglie di quei dipendenti che già da troppo tempo sono costrette a stringere la cinghia.