Gli agenti della Squadra Mobile hanno posto fine all’incubo vissuto da una giovane nigeriana, fuggita dalla miseria del suo paese e finita nelle mani di una spietata organizzazione criminale che ha tentato di costringerla a prostituirsi, minacciandola con riti “woodoo” e segregandola in una stanza per più di 48 ore.

Pubblicato in Area metropolitana