Termini Imerese: Di Maio incontra operai Blutec ma non il Sindaco che lo critica: i lavoratori dell'ex Fiat sono abituati alle passerelle di personaggi meteora

Domenica, 28 Ottobre 2018 21:27 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Chiamerò Fca alle sue responsabilità per Termini Imerese e per tutto il territorio nazionale”. Queste le parole del ministro ai sindacati e agli operai di Blutec nel piazzale davanti alla fabbrica di Termini Imerese.

“Venite  al ministero e firmiamo l’accordo per gli ammortizzatori sociali. “La mia parola è una: se vi dico lavoreremo insieme e staremo insieme così sarà. Quando ho preso impegni per l’Ilva e la Whirlpoll li ho mantenuti”, ha aggiunto.  E la cosa finisce li. Nessun incontro con organismi istituzionali del territorio. E non sono mancate le critiche come quella del Sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta. Il passaggio da Termini Imerese del Vicepresidente del Consiglio nonché Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, è stata un’occasione mancata, ovviamente per il Ministro stesso. Egli, infatti, ha perso l’occasione per un confronto con le istituzioni cittadine, che peraltro avevano manifestato apprezzamento per quella che appariva un’apertura al territorio e non, come invece si è poi rivelata, un’apparizione dal sapore elettoralistico. Termini Imerese e gli operai della ex Fiat sono abituati alle passerelle dei personaggi meteora. Anche questa volta ce ne faremo una ragione, ma non deporremo le armi nell'interesse di tutti: disoccupati, inoccupati, disperati". 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.