La lobby armi Usa no allo stop alle armi

Venerdì, 23 Febbraio 2018 08:42 Scritto da  Pubblicato in Esteri
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Le stragi sono un pretesto per abolire i nostri diritti".
Così si è espresso dal palco dell’American Conservative Union, il congresso dei conservatori Usa, il rappresentante dell’Nra, la National Rifle, Association Wayne LaPierre, dopo i giorni del cordoglio seguiti alla strage di san Valentino nella scuola di Parkland, in Florida. Così la lobby delle armi, di fronte all'aumento delle voci che puntano a frenare il libero acquisto e la libera vendita delle armi va ora al contrattacco, temendo una riduzione delle loro prerogative (e dei loro affari milionari). "Il loro obiettivo è cancellare il Secondo emendamento della Costituzione e il nostro diritto di possedere armi, in modo da toglierci poi tutte le libertà individuali", ha ribadito LaPierre.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.