Il Consiglio Comunale con cinque voti favorevoli della Lista Civica per Geraci e sette astenuti ha approvato il bilancio di previsione

Venerdì, 09 Giugno 2017 01:51 Scritto da  Pubblicato in Geraci Siculo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Consiglio Comunale, con cinque voti favorevoli della Lista Civica per Geraci e sette astenuti, ha approvato il bilancio di previsione per gli anni 2017/2019.

“Un bilancio coerente con il quadro normativo di riferimento e con gli obiettivi generali di finanza pubblica e nel rispetto della legge di stabilità”, dichiara soddisfatto il Sindaco di Geraci Siculo, Bartolo Vienna (nella foto).
Infatti, tra gli obiettivi strategici indicati nel Documento Unico di Programmazione, che accompagna il Bilancio, particolare attenzione viene riservata all’istruzione e al diritto allo studio, ai quali vengono destinate risorse per un ammontare complessivo di circa 280.000 euro, pari al 29,5 % delle risorse disponibili, al netto delle spese generali, (personale e funzionamento), di quelle obbligatorie (gestione dei rifiuti, servizio idrico/depurazione, energia) e dei fondi vincolati (rate mutui e fondo rischi).
Alle attività culturali – turistiche, sportive e all’associazionismo viene destinato il 22% delle risorse, il17% al miglioramento della viabilità urbana ed extraurbana e il 9% alla sicurezza e prevenzione dei rischi idrogeologici e di incendio.
L’Amministrazione ha ritenuto, inoltre, di incrementare i fondi a favore delle politiche sociali aumentando di ulteriori 104.684 euro le risorse messe a disposizione dal Piano di Zona, al fine di garantire la copertura di ulteriori servizi sociali a beneficio delle fasce più deboli come gli anziani, i soggetti a rischio di esclusione sociale e le famiglie. Le politiche sociali si arricchiscono, infine, di un nuovo servizio comunale a beneficio delle giovani coppie attraverso la prossima apertura del micro nido comunale completamente gratuito.
Nel campo delle entrate viene confermato l’ammontare complessivo dei trasferimenti statali e regionali del 2016. Vengono confermate, appunto, le tariffe, i tributi i e le detrazioni comunali dell’anno precedente, vengono assicurate le esenzioni sull’addizionale comunale sull’Irpef e gli abbuoni sulle tariffe del servizio idrico e di depurazione, mentre viene rivisto al ribasso il tributo per il servizio di raccolta dei rifiuti (Tari) e per l’illuminazione votiva.
Queste in sintesi le scelte dell’amministrazione in perfetta continuità con le linee e gli indirizzi posti alla base del programma elettorale che l’amministrazione si è proposto di seguire nel corso del proprio mandato amministrativo.
Piena soddisfazione viene espressa dal Sindaco per “l’immediata approvazione del documento contabile - dice soddisfatto Bartolo VIenna - che consente all’Amministrazione la piena ripresa di tutte le attività e tra queste la proroga dei contratti al personale impegnato nei progetti di utilità collettiva, la cui sorte ormai da troppi anni viene collegata anche alle sorti dell’approvazione Bilancio Comunale. Il recente impegno assunto dal Governo regionale, con la storicizzazione della spesa, restituisce maggiore tranquillità ai lavoratori del settore, agli uffici comunali che potranno finalmente procedere a proroghe pluriennali dei contratti, nonché, all’amministrazione che potrà avviare la tanto attesa stabilizzazione”.
“La manovra di bilancio - continua il Sindaco Vienna - traguarda alcuni obiettivi che riteniamo strategici (continua il Sindaco) in quanto salvaguardano diritti fondamentali di cittadinanza, come istruzione, assistenza e accessibilità, in linea con le strategie SNAI. Si punta prioritariamente, infatti, a garantire l’accesso gratuito all’istruzione e alla formazione di tutti i nostri ragazzi, che rappresentano il principale capitale umano e sociale della comunità e da cui dipende il nostro futuro. In questa ottica si sono voluti privilegiare anche il settore culturale, sportivo e turistico attraverso il potenziamento dell’associazionismo. Si ritiene di continuare a sostenere la promozione della conoscenza, della memoria e dei saperi, a favore di tutti i cittadini, al fine di continuare a coltivare lo sviluppo delle relazioni personali e sociali, che rappresentano i pilastri fondamentali e l’anima del nostro essere comunità. In questo contesto si sono voluti mantenere e potenziare i servizi a beneficio dei più deboli e degli indifesi, soprattutto gli anziani che oggi rappresentano circa un terzo della nostra popolazione. Anche gli interventi previsti nel settore della viabilità urbana e rurale concorrono non solo a migliorare la sicurezza e l’accessibilità alle aziende agricole, ma anche a migliorare la qualità di vita di tanti privati cittadini che attraverso la cura del proprio podere trovano momenti di benessere individuali e familiare rivitalizzando l'economia e contribuendo a conservare il nostro paesaggio agrario”.
Un emendamento presentato qualche ora prima dell’inizio del Consiglio dal capogruppo di minoranza (ex sindaco Spallina) e dal neo capogruppo di indipendenti (Rosario Corradino), al quale aderisce anche il Presidente del Consiglio (Piero Scancarello), aveva l'obiettivo di snaturare la manovra di bilancio. L’emendamento prevedeva il prelievo di risorse complessivo, pari a 162.051 euro, di cui 21.291 euro dai capitoli di spesa corrente e 150.760 euro dai capitoli in conto capitale, questi ultimi destinati dall’Amministrazione alla manutenzione straordinaria della viabilità, (100.000 euro), alla risistemazione dell’impianto illuminazione di piazzetta Aldo Moro e adiacenze (23.760 euro) e alla realizzazione di aree a verde del convento degli Agostiniani (euro 15.000). Nella parte corrente era prevista la riduzione di 5.000 euro dell’importo previsto per manifestazioni turistiche, (da circa 18.000 a 13.000 euro), il dimezzamento delle spese legali, (da 8.000 a 4.000 euro), la riduzione di 3.900 euro delle spese per lo sgombero della neve, l'azzeramento delle spese previste per il cofinanziamento della serie web “Indictus” (2.250 euro) e del contributo per le nuove attività economiche (3.000 euro), unitamente ad altre minute spese di funzionamento e di energia pari a circa di 1.000 euro.
L’intera somma così ricavata veniva destinata dai firmatari ad interventi di manutenzione ordinaria della rete idrica e fognaria, ma il tentativo è fallito. A causa dell’immediato ed unanime parere negativo reso qualche minuto prima del consiglio dalla Ragioniera e dal Revisore dei Conti. Infatti, il Presidente del Consiglio ha dovuto dichiarare inammissibile l’emendamento presentato anche dal suo stesso capogruppo.
Un successivo emendamento presentato dagli stessi autori nel corso del Consiglio, avvalendosi del supporto della Ragioniera e del Revisore, è risultato poco efficace ai fini della tenuta complessiva del bilancio proposto dall’Amministrazione, in quanto individua sempre specifici capitoli e non missioni e sposta una somma complessiva pari a 35.000 di euro, destinandola alla realizzazione di una tabellonistica promozionale autostradale (10.000 euro), alla realizzazione di un non meglio precisato ufficio di promozione e vendita di prodotti locali a Cefalù (10.000 euro) e alla riparazione della sponda laterale del laghetto collinare di Fiduccia (15.000 euro), per la quale non si dispone al momento di alcuna perizia tecnica.
Il Sindaco non commenta l’accaduto definendolo soltanto "un atto politico maldestro e indecoroso che non rende onore né ai valori democratici né alla Politica che si ispira al bene comune e agli interessi collettivi". Esprime solamente rammarico per il mancato sostegno alle nuove attività economiche e per il mancato contributo alla serie web “Indicitus”. "Nel corso dell’anno - conclude il Sindaco - faremo di tutto per rimediare al grossolano errore commesso da alcuni Consiglieri".
Massimo Miserendino

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.