I liberal democratici vincono in Olanda. Fermato il partito fascista e xenofobo di Wilders

Giovedì, 16 Marzo 2017 10:40 Scritto da  Pubblicato in Esteri
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sono stati i liberal democratici (Vvd) del premier Mark Rutte a vincere le elezioni politiche in Olanda.
Vvd conquista 33 seggi, mentre si ferma la temuta avanzata del partito fascista e xenofobo Pvv di Geert Wilders, che si appropria di appena 20 seggi. Uno in meno, invece, per i democristiani (Cda) ed i liberali di sinistra (D66). Crollo dei laburisti (PvdA), che arrivano appena a 9 seggi (erano 38 cinque anni fa), il peggior risultato di sempre. Avanzano i verdi (GroenLinks), che passano da 4 a 14 seggi, ed entra in parlamento per la prima volta il partito antirazzista Denk, fondato da due turco- olandesi, Tunahan Kuzu e Selcuk Ozturk. A governare il "paese dei tulipani" sarà adesso sicuramente una coalizione Vvd, Cda e D66.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.