Furti di energia elettrica. Attività repressiva dei carabinieri. Due arrestati e cinque denunciati a piede libero

Venerdì, 20 Gennaio 2017 13:39 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)
Due arresti e cinque denunce a piede libero.
E' questo il risultato di un'operazione condotta dai carabinieri di Palermo, in vista della repressione dei furti di energia elettrica, in progressivo aumento in tutta l'Area metropolitana. I militari hanno tratto in arresto i palermitani Salvatore Lo Re, 41 anni, ed Attilio Corrao, 44 anni. I carabinieri, con l’ausilio dei tecnici dell'Enel, hanno controllato un intero cortile nel quartiere Borgo Vecchio, dove si affacciano sette abitazioni, notando che gli abitanti avevano realizzato, ciascuno per i rispettivi alloggi, un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica con il quale alimentavano, senza corrispondere alcun onere, tutte le utenze di casa, con un danno per la società elettrica di circa 10 mila euro. Dopo l'arresto i due sono stati processati davanti al tribunale di Palermo, dove hanno patteggiato la pena di sei mesi di reclusione e 300 euro di multa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.