Incendio boschivo e resistenza a pubblico ufficiale a Cefalù. Condanna per un uomo

Mercoledì, 11 Maggio 2016 08:47 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(1 Vota)
Incendio boschivo e resistenza a pubblico ufficiale. Con questa accusa un uomo è finito sotto processo e condannato.
Il fatto è accaduto nello scorso mese di marzo, quando ai carabinieri di Cefalù è arrivata la segnalazione di un incendio lungo la strada per Gibilmanna, in area Parco delle Madonie. Giunti sul posto, i militari hanno notato due focolai di incendio ed un uomo che si allontanava. Dopo essere riusciti a spegnere il fuoco, i carabinieri hanno fermato l'uomo, poi identificato in Giuseppe Di Laura, 62 anni, di Cerda, per chiedere spiegazioni del suo gesto. Di Laura però ha cominciato ad inveire contro i militari. L'uomo è stato allora portato in caserma per gli accertamenti, dove lo stesso ha continuato con gli improperi contro i carabinieri, giungendo ad aggredirne pure due. Sono allora scattate le manette ai polsi di Di Laura, che è stato processato per direttissima per incendio boschivo e resistenza a pubblico ufficiale. Al giudizio l'uomo è stato riconosciuto colpevole dal giudice monocratico di Termini Imerese e condannato alla pena di anni uno di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.