Il Comitato pro Ospedale Giglio chiede incontro al neo assessore alla Sanità e invoca il sostegno dei sindaci

Venerdì, 24 Luglio 2015 07:16 Scritto da  Pubblicato in Cefalù
Vota questo articolo
(0 Voti)
Continuano le attività del Comitato spontaneo “Madonie Nebrodi a tutela dell'Ospedale Giglio di Cefalù”, in difesa del Punto Nascita. La settimana scorsa è stata inviata una nota a tutti i sindaci del distretto sanitario 33, con la quale, "ravvisando la necessità di avviare un piano di comunicazione sul territorio al fine di consentire ai cittadini dell'intero distretto la piena conoscenza dell'attività del reparto di ginecologia ed ostetricia dell'Ospedale Giglio", si è chiesta la disponibilità delle Amministrazioni a sostenere le attività che il comitato intende porre in essere a partire dal mese di settembre.
"Riteniamo che uno dei migliori strumenti della democrazia sia l'informazione - ha dichiarato il comitato -, grazie alla quale il cittadino può conoscere i suoi diritti e quindi tutelarli".
Con la stessa nota si è chiesto un incontro congiunto, per valutare le strategie necessarie per ottenere, da parte dell'Assessorato alla Salute, il rispetto delle richieste effettuate dal Ministero con il recente parere.
Ieri il comitato ha trasmessa una nota all'Assessorato alla salute, al Presidente della Regione ed al Ministro della Salute, con la quale si chiedono notizie sulla nomina della commissione che giorno 26 si sarebbe recata in ispezione presso il Punto nascita di Cefalù, nonché sui criteri di valutazione ed i parametri della Commissione di monitoraggio dei Punti Nascita di Cefalù e Termini Imerese a seguito del quale la Regione ne dovrà valutare il mantenimento. Al Ministro è stato chiesto infine di vigilare, anche attraverso apposite ispezioni, sulle attività poste in essere da parte dell'Assessorato Regionale alla Salute.
Il Comitato, inoltre, ha richiesto un incontro con il neo assessore alla salute, Baldassare Gucciardi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.