Investitore cinese interessato allo stabilimento Fiat. E la Grifa?

Sabato, 09 Agosto 2014 08:58 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(0 Voti)

Che fine ha fatto Grifa? Si dava il progetto ormai come l'unico per il futuro dell'ex stabilimento Fiat quando appare nuovamente un altro investitore proveniente dalla Cina. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, durante la sua recente missione in Oriente, avrebbe avviato contatti con una casa automobilistica cinese, legata alla Bmw, che potrebbe essere interessata a investire.

Lo stabilimento di Termini Imerese è chiuso dal 2012 e gli operai pochi mesi fa hanno ottenuto il prolungamento del periodo di cassa integrazione fino alla fine dell'anno. Adesso le proposte per il polo industriale termitano al vaglio di Invitalia sarebbero tre: Grifa (Gruppo italiano fabbrica), per la produzione di auto ibride ed elettriche, Mossi & Ghidolfi, per la costruzione di una raffineria per la produzione di biodiesel di seconda generazione e Landi Renzo, per la riconversione di autobus pubblici.
Matteo Renzi dovrebbe recarsi alla Fiat di Termini Imerese dopo ferragosto, quando dovrebbe andare anche a Gela.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.