Burrafato: "Non appartengo né alla mala politica, né alla cattiva amministrazione"

Domenica, 15 Giugno 2014 19:09 Scritto da  Pubblicato in Termini Imerese
Vota questo articolo
(1 Vota)
Dopo Sunseri anche il sindaco Burrafato, dopo la notizia di ieri sera, ha affidato il suo commento al suo profilo facebook.
Definisce una vittoria storica la sua che non può essere infangata da "dicerie" e tiene a precisare come non faccia parte "né della mala politica, né della cattiva amministrazione".
"Un risultato elettorale storico - visto che quasi tutti i sindaci uscenti ricandidati non sono stati riconfermati - non può essere infangato da dicerie o da esposti che ovviamente stanno portando gli inquirenti e la magistratura agli opportuni accertamenti.
Prima del consiglio comunale consegnerò nelle mani del Segretario comunale, per la pubblicazione sul sito istituzionale del comune di Termini Imerese, del mio certificato penale e dei carichi pendenti. Lo stesso faranno i 14 consiglieri comunali eletti nella coalizione che mi sostiene. 
Comunque aspettiamo responsabilmente che la giustizia faccia ogni opportuno adempimento. Non possiamo alteri non censurare chi - sul fronte politico avverso dopo aver fatto scelte azzardate nelle nomine degli assessori ed aver celato pesanti vicende giudiziarie - pensa di fermare il mio operato amministrativo. È infatti maturo il tempo delle scelte e da domani avvierò le consultazioni con le forze politiche della coalizione per iniziare il mio secondo mandato improntato ad un ascolto attento dei bisogni e delle istanze della città e dei suoi abitanti. 
Per me la politica è vista non come un lavoro ma come un servizio civile e quindi deve rimanere un’attività nobile e socialmente utile.
Quello che deve essere comunque chiaro è che io non appartengo né alla malapolitica, né alla cattiva amministrazione e siamo più che soddisfatti e ripagati dall'entusiasmo e dall’affetto della mia gente!"

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.