Subbapaltato ruolo di parcheggiatore abusivo. Arrestato un uomo che ha aggredito un extracomunitario

Venerdì, 25 Aprile 2014 16:41 Scritto da  Pubblicato in Area metropolitana
Vota questo articolo
(0 Voti)

Agenti della Polizia di Stato del Commissariato P.S. “Porta Nuova” hanno arrestato Salvatore Sardina, 51enne pregiudicato di vicolo delle Travi, responsabile del reato di estorsione in concorso e lesioni personali nei confronti di un cittadino nigeriano.

 

Che il parcheggio abusivo a Palermo fosse un fenomeno elevato al rango di business era già chiaro, che lo fosse a tal punto da implicare meccanismi di “subappalto” quasi imprenditoriali è emerso ieri pomeriggio.

Più di una volante, ieri, è intervenuta in piazza Marina dove era stata segnalata una violenta rissa.

Quella che sembrava una scazzottata era stata, in realtà una violenta aggressione fatta di calci e pugni nei confronti di un cittadino nigeriano, 31enne, munito di regolare permesso di soggiorno.

A questa conclusione sono giunti i poliziotti dopo essere andati a fondo di una vicenda, inizialmente suscettibile di essere registrata e gestita come mera rissa, tali erano state le reticenze della vittima extracomunitaria a raccontare quanto accaduto.

L’uomo, forse rassicurato dai poliziotti, ha fornito una versione dei fatti ritenuta credibile e che ha aperto uno squarcio sulla gestione del ricco business del parcheggio abusivo.

Lo straniero ha raccontato di svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo in zona piazza Marina già da qualche tempo e di averlo fatto grazie alla “disponibile compiacenza”, se non ad una vera e propria concessione da parte di un nucleo familiare palermitano, accreditatosi quale “gestore” della piazza.

Questo accordo-imposizione si è sostanziato, nel corso del tempo, nel versamento quotidiano da parte del nigeriano ai palermitani, di una somma oscillante tra i 20,00 ed i 30,00 euro, a seconda della affluenza di automobilisti.

Ieri mattina, secondo il racconto della vittima, l’esazione della quota spettante è giunta prima del solito.

Quando il cittadino extracomunitario ha comunicato ai suoi interlocutori di non potere adempiere alla richiesta semplicemente perché non aveva ancora incassato denaro sufficiente, non è stato creduto ed è scattata nei suoi confronti la ritorsione.

Calci e pugni portati da Sardina e, presumibilmente da altri soggetti, hanno investito il nigeriano, alla fine costretto a cadere per terra.

Con non poca fatica, lo straniero è riuscito a liberarsi e a sottrarsi ai suoi assalitori.

Il nigeriano ha indicato ai poliziotti Salvatore Sardina, anch’egli presente in piazza Marina, come uno dei suoi assalitori.

L’uomo è stato, pertanto, tratto in arresto per i reati di estorsione in concorso e lesioni personali.

Indagini sono in corso per risalire ad eventuali complici dell’arrestato.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.