Con fare disinvolto, si aggirava con una spada giapponese a tracolla. Il ragazzo portava con sè, come se fosse una cosa comune, una katana con una lama in acciaio della lunghezza di 70 cm a punta custodita in un fodero rigido, alla cui estremità vi erano uno stiletto in metallo di 20 cm ed un coltello a lama fissa di quasi 10 cm.

Pubblicato in Area metropolitana