E' durata poco l'occupazione degli stabilimenti Fiat di Termini Imerese. Dopo la notte passata al loro interno le tute blu infatti hanno deciso di liberare i locali della fabbrica, dopo che l’assessore regionale alle Attività produttive, Linda Vancheri, ha convocato nel pomeriggio, intorno le 17, un incontro con i sindacati di Fim, Fiom e Uilm a Palermo.

Pubblicato in Termini Imerese

Il premier Matteo Renzi incontra i sindacati a Palazzo Chigi e parla di Termini Imerese come stabilimento da salvare urgentemente insieme all'Ilva di Taranto e l'Ast di Terni: "Sono le tre T di cui bisogna subito occuparsi insieme".

Pubblicato in Termini Imerese
Si è svolto oggi presso il Ministero l'incontro per il futuro dello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese.
Si profila una possibilità che a Termini Imerese torni la produzione automobilistica.
Pubblicato in Termini Imerese
L'incontro al ministero di ieri pomeriggio si è chiuso con la proroga fino alla fine dell'anno della cassa integrazione. Scongiurato dunque per il momento il licenziamento per le 1200 tute blu.
La proroga è stata concessa ufficialmente per avere più tempo per verificare la fattibilità dei progetti di reindustrailizzazione dell'area. "Si tratta - ha affermato De Vincenti - di progetti che sono in avanzata fase di definizione e hanno l'obiettivo di assicurare una ripresa produttiva dell'area e di aprire adeguate opportunità occupazionali per gli addetti del sito Fiat di Termini Imerese e per quelli dell'indotto''.
Pubblicato in Termini Imerese

Si svolgerà domani pomeriggio al Ministero dello Sviluppo Economico l'incontro per discutere il destino delle 1200 tute blu dell'ex stabilimento Fiat che in queste settimana aspettano di capire se riceveranno a giorni le lettere di licenziamento o se si apre una strada alternativa concreta oltre alla richiesta di proroga fino a fine anno della cassa integrazione in scadenza a fine giugno prossimo. Il tempo stringe e le lettere agli operai da parte di Fiat potrebbero partire proprio in questi giorni.

Pubblicato in Termini Imerese
Giovedì, 27 Marzo 2014 12:09

Operai Fiat di nuovo in assemblea

Tornano a riunirsi in assemblea oggi nell'aula consiliare di Termini Imerese gli operai della Fiat e dell'indotto per iniziativa di Fim, Fiom, e Uilm, per discutere le azioni da intraprendere per riaccendere i riflettori sulla vertenza e riuscire ad ottenere una proroga della cassa integrazione in deroga che scadrà il prossimo 30 giugno, fino a dicembre.

Pubblicato in Termini Imerese
Venerdì, 14 Febbraio 2014 10:00

Fiat. Rinviato incontro al Ministero

Dopo la grande mobilitazione di ieri a termini Imerese i lavoratori e i sindacati dovranno attendere ancora. Salta infatti il tavolo tecnico al MISE previsto per oggi a Roma dove a tener banco sono le vicende legate al governo Letta che in giornata dovrebbe presentare le proprie dimissioni aprendo di fatto la crisi che secondo tutti i pronostici dovrebbe risolversi entro l'inizio della prossima settimana.

Al vertice si sarebbe dovuto discutere della vertenza Fiat e del destino dello stabilimento e dei 1200 lavoratori che a giugno vedranno scadere la cassa integrazione. In migliaia hanno sfilato per le vie della città per chiedere risposte al governo nazionale e regionale. “I governi nazionale e regionale devono sentire il dovere politico e morale di sanare la ferita aperta nell’economia dell’Isola e nella società termitana, dall’abbandono di Fiat. Termini rischia la desertificazione industriale”, aveva dichiarato ieri il segretario della  Cisl Sicilia Maurizio Bernava.

Pubblicato in Termini Imerese

Migliaia in corteo stamattina a Termini Imerese per chiedere una soluzione per lo stabilimento Fiat chiuso da oltre due anni. Operai, sindacati, cittadini, famiglie, sindaci e parroci dalla provincia, insieme per chiedere al governo nazionale, il giorno prima del nuovo incontro al MISE, una soluzione alla lunga attesa degli operai dello stabilimento della casa automobilistica e dell'indotto. Il periodo di cassa integrazione è infatti ormai giunto alla fine e dal 30 giugno prossimi migliaia di famiglie si ritrovano senza prospettive. Il corteo si è radunato in Piazza Europa e si è mosso per le vie della cittadina per raggiungere piazza Duomo. Tanti gli slogan e le richieste da parte del corteo. Da molti la richiesta che la Fiat ripensi la sua presenza sull'isola “Dopo Fiat, solo Fiat”.

Pubblicato in Termini Imerese
La vertenza Fiat arriva nelle parrocchie. Con una lettera ai fedeli, i parroci chiamano a raccolta la comunità per lo sciopero generale in programma giovedì e invitano i cittadini alla mobilitazione a difesa degli operai dell'ex stabilimento Fiat e dell'indotto. Nella lettera si legge "avendo ascoltato i bisogni di donne e uomini delle nostre comunità, che ormai giunti allo stremo, danno segni evidenti e inquietanti di sofferenza, la quale in questi ultimi giorni è diventata sempre più ingovernabile, vi chiediamo di partecipare e di far partecipare le persone che incontrerete - affermano i parroci con nel loro appello - certi che il Signore non delude le speranze del popolo che lo invoca con fiducia".
Pubblicato in Termini Imerese
Si sono incontrati presso il municipio di Termini Imerese sindacati e amministratori locali con la partecipazione di don Francesco Anfuso per delineare un programma di iniziative da mettere in campo in coincidenza con il prossimo incontro previsto al Mise per il 14 febbraio. A vario titolo, tutti gli intervenuti, hanno condiviso la necessità di una grande mobilitazione di piazza che possa interpretare il disagio socio-economico del comprensorio determinato dalla cessazione dell'attività da parte di Fiat.
Pubblicato in Comprensorio
Pagina 2 di 2