Stamattina mentre si riuniva il consiglio dei ministri che ha finalmente deliberato lo stato d'emergenza, sit in di protesta a Scillato. Un gruppo di cittadini di Caltavuturo si è data appuntamento allo svincolo autostradale di Scillato per protestare e sensibilizzare gli automobilisti e l'opinione pubblica sulla drammatica situazione che sta vivendo la viabilità di un intero territorio. Diverse centinaia i volantini consegnati agli automobilisti ed autotrasportatori.

Pubblicato in Scillato

 

I genitori del plesso scolastico "Nicola Botta" di Gratteri, anche ieri, seconda giornata di "prove invalsi" hanno manifestato davanti la scuola. A differenza del primo giorno, le prove invalsi non sono state eseguite in quanto il plesso era vuoto. Tutti i genitori, sia della scuola materna, che della elementare e della media infatti hanno aderito alla protesta lasciando i propri figli a casa.

Pubblicato in Gratteri

Un centinaio di persone e i sindaci del comprensorio di Cefalù hanno partecipato stamattina a un sit-in di protesta davanti a palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione, per protestare contro la chiusura del punto nascite dell'ospedale San Raffaele Giglio della cittadina normanna.

Pubblicato in Cefalù

“Chi chiude il centro nascite dice no alla Vita” con questo slogan scritto su uno striscione sorretto da alcuni bambini si è aperto il corteo di protesta per dire no all’ordinanza di chiusura del punto nascita dell’ospedale San Raffaele di Cefalù. Domenica mattina 8 marzo, festa delle donne, gli abitanti dell’intero comprensorio che fa capo all’ospedale Giglio hanno dato vita ad una grande manifestazione di protesta nel centro storico cefaludese.

Pubblicato in Cefalù

Da ieri alcuni lavoratori dell'ex Fiat di Termini Imerese e dell'indotto protestano chiedendo il pagamento della cassa integrazione di dicembre. Ieri hanno occupato la sede del comune, oggi la protesta si è spostata alla vicina sede dell'Inps di via Vittorio Amedeo provocando un distacco elettrico di qualche minuto.

Pubblicato in Termini Imerese
Lunedì, 10 Novembre 2014 11:24

Raddoppio ferroviario. Assemblea Cefalù20

Dopo le proteste della scorsa settimana, il presidio ai cancelli della Cefalù20, la minaccia di occupare il cantiere e la convocazione dei sindacati da parti del Prefetto oggi tornano a riunirsi in assemblea i lavoratori dei lavoratori delle aziende affidatarie per la realizzazione del raddoppio ferroviario Fiumetorto-Ogliastrillo convocati da Feneal, Filca e Fillea per Illustrare gli sviluppi della situazione.
Pubblicato in Comprensorio

E' stata una giornata di protesta davanti a i cancelli della Cefalù20 quelal di ieri. Una trentina di operai hanno presidiato per l'intera giornata i cancelli dell'azienda e il cantiere per il raddoppio ferroviario Fiumetorto-Ogliastrillo, in attesa della convocazione da parte del prefetto, richiesta da Feneal, Filca e Fillea.

Pubblicato in Comprensorio

Il Presidente del Forum delle Associazioni di Cefalù, Luciano Luciani, ha dichiarato di condividere le preoccupazioni del Segretario aziendale Anaao Assomed Asp Palermo, Giuseppe Spinosa, in merito "al silenzio e all’ostinato rifiuto ad incontrare le rappresentanze della società civile da parte della dirigenza e della rappresentanza dell’Ospedale, che si è dimostrata, altresì, assente nelle manifestazioni che hanno caratterizzato la vita associativa e istituzionale di Cefalù".

Pubblicato in Cefalù

Nella metà del XVII secolo venne recuperata una statua triforme e collocata nella Chiesa Madre. Il vescovo di allora, ritenendo la presenza nella chiesa di quella scultura pagana una profanazione ordinò che fosse rimossa. Giurati e notabili del paese si riunirono per sottoscrivere una nota: grazie a questa “protesta” si hanno notizie della sua importanza

Pubblicato in Polizzi Generosa

Circa ottomila ettari di terreno agricolo in provincia sono a secco. Niente acqua. Giovedì mattina, 3 luglio, scatterà la protesta in piazza a Sciara davanti al municipio. 

Pubblicato in Sciara
Pagina 2 di 3