Dillo a Espero

Gentile Direttore, buongiorno. Sono un Direttore di Crociera che assieme a colleghi di tutti i tipi che lavorano nel settore del Turismo, è ormai allo stremo.
Che il centro storico sia la parte più suggestiva di un paese sono in pochi ormai a negarlo. Che la città murata sia il luogo del costruito che racconta strato su strato il divenire di una comunità è qualcosa ormai acquisita nella coscienza collettiva.
Circa sei mesi fa che qualcuno ha fatto notare, inviando una lettera proprio a Esperonews, che sulla strada per Caccamo risultava in evidenza un cartello piantato su un albero con la scritta “Vendesi” che sembrava proponesse la vendita della pianta ai margini della strada.
La strada che collega Cerda, Aliminusa, Montemaggiore e arriva fino ad Alia è dissestata e piena di buche che ad intermittenza puntellano tutto il tratto di collegamento tra i vari paesi, creando continue situazioni di pericolo.
Ormai è raro stupirsi per quello che succede nelle nostre strade. Ma questo video ha qualcosa di veramente originale.
Sulla strada provinciale 121 che da Termini Imerese porta verso Caccamo, a circa un chilometro dall’innesto con la statale 285 che conduce alla cittadina medievale, diversi mesi fa cittadini incivili hanno scaricato materiale di risulta e altro,

Termini Imerese, il nuovo fiume di… Via Libertà

Venerdì, 11 Settembre 2020 22:46 Scritto da
Confesso che quando mi hanno mostrato la foto chiedendomi che fiume era, ho avuto un momento di perplessità e ammetto che ho impiegato un po’ di tempo a mettere a fuoco che si trattava di Via Libertà a Termini Imerese.
L’Associazione Spartacus aveva concordato per telefono con l’Ispettore di Polizia Municipale del Comune di Termini Imerese, un incontro, per ottenere della documentazione richiesta sull’appalto dei parcheggi a pagamento.
Mentre la produttività ed il PIL si arretrano, in Sicilia più che nel Centro e nel Nord-Italia, il Centro Studi “Andrea Finocchiaro Aprile” esprime solidarietà a tutti i disoccupati siciliani, giovani e non giovani, molti dei quali sono costretti ad emigrare.
Oltre il danno la beffa. No, io non ci sto. Non ci sto a far passare la Sicilia come una regione composta da persone noncuranti del contagio. Musumeci minaccia di chiudere la Sicilia perché come titolano molti giornali l'Isola è prima per incremento di casi.