×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 50

Martedì, 08 Aprile 2014 - Esperonews: Giornale Termini Cefalù Madonie

E’ stato ritrovato morto nelle campagne di Piano Pomo, a pochi chilometri da Castelbuono, Antonio Francesco Prisinzano, il 66enne castelbuonese che aveva fatto perdere le sue tracce l'1 aprile scorso. L'uomo si era presumibilmente allontanato volontariamente e aveva forse perso l'orientamento, sembra infatti che al momento della scomparsa fosse in stato confusionale.

L'uomo soffriva di qualche disturbo psichico ed era seguito dalla cooperativa sociale Armonia che aveva dato l'allarme non vedendolo rientrare da due giorni. Erano subito scattate le attività di ricerca che si sono concluse oggi, intorno le 13 con il ritrovamento del suo cadavere. Una guida naturalistica lo ha trovato impigliato a una rete di recinzione metallica contornata da filo spinato, probabilmente vi era rimasto impigliato nel tentativo in di scavalcarla.

Pubblicato in Castelbuono

E’ morto questa notte Benito Amodeo, già direttore generale del San Raffaele Giglio di Cefalù dall’8 marzo 2004 al 6 maggio 2009. Era nato a Felitto in provincia di Salerno il 17 febbraio 1941. Si è spento nella sua casa di Milano.

Manager di primissimo piano. A Cefalù ha dato un forte impulso alla crescita e allo sviluppo dell’ospedale, contribuendo a creare un centro di eccellenza di straordinario valore per il comprensorio madonita e per la Sicilia. 

Pubblicato in Cefalù

Anche un madonita Giovanni Nicolosi di San Mauro Castelverde, tra i primi in Sicilia, ha ottenuto il prestigioso brevetto di guida rafting dopo un corso ben organizzato e molto impegnativo nei due fiumi piemontesi. 
In questi giorni si è tenuto a Gaiola in provincia di Cuneo un corso per guide rafting di secondo livello organizzato dalla Federazione Nazionale di Rafting riconosciuta dal CONI.

Pubblicato in San Mauro C.