Articoli filtrati per data: Domenica, 10 Febbraio 2013 - Esperonews: Giornale Termini Cefalù Madonie

I carri allegorici del Carnevale Termitano sono stati bloccati all’uscita dei capannoni da una trentina di operai dell’ex indotto Fiat che da questa mattina sono riuniti in presidio. La protesta ha quindi bloccando la tradizionale sfilata dei carri in cartapesta che oggi pomeriggio avrebbe dovuto animare le strade della città di Termini alta.

Pubblicato in Termini Imerese

Il leader di "Sinistra Ecologia e Libertà" Nichi Vendola si è recato sabato 9 Febbraio presso l'aula consiliare di Termini Imerese. L'incipit rivolto ad una stanza gremita è stato dedicato al primo articolo della costituzione italiana. L'Italia è una repubblica democratica fondata il sul lavoro.

Pubblicato in Termini Imerese

E’ partito da qualche settimana il corso di formazione “Carnevale in mestiere”, organizzato dalla Società cooperativa Il cantiere delle idee, sotto la direzione artistica di Loredana Lo Nero (nella foto), con il patrocinio del Comune di Termini Imerese. Gli incontri sono tenuti presso la scuola G. Mulè in via Roma, tutti i venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00. Il corso, programmato e progettato dalla cooperativa Il cantiere delle idee, è curato da Mario Giuca, mastro cartapestaio più volte premiato, che ha una lunga esperienza nella realizzazione dei carri e della cartapesta.

Pubblicato in Termini Imerese

Iniziano ufficialmente il 7 febbraio, con il “Chiacchiera Fest”, le manifestazioni dedicate al Carnevale 2013. Il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e la consulente al Turismo, hanno realizzato un calendario ricco di eventi e attrazioni, grazie alla collaborazione e all’impegno di numerose associazioni culturali e sportive.

Pubblicato in Cefalù

Ha preso il via l’edizione 2013 del Carnevale Termitano, che si svolgerà quest’anno solo nella parte alta della città, per ragioni, come è stato dichiarato dall’Amministrazione comunale, economiche. Ma non sono mancati le critiche a questa scelta di chi abita a Termini bassa e che non ha condiviso questa scelta, e meno che meno le “ragioni economiche” che hanno spinto il sindaco a questa determinazione.

Pubblicato in Termini Imerese
Pagina 1 di 2