Termini Imerese

La Guardia di Finanza, nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio, ha sequestrato un quintale di sigarette di contrabbando e tratto in arresto un cittadino italiano, per illecita detenzione di tabacchi lavorati esteri destinati alla vendita.
Venerdì 3 gennaio 2020 alle ore 17 presso la sede dell’Associazione Turistica Pro Loco Termini Imerese, in via Vincenzo La Barbera 18, sarà presentato il libro “Diario inquieto di un'insegnante precaria” di Mari Albanese e Maria Grazia Maggio.
Sabato 28 dicembre alle ore 11, all’interno del percorso espositivo del Museo Pirro Marconi, ad Himera, in territorio di Termini Imerese, nella sezione dedicata al tempio della Vittoria, saranno esposte per la prima volta una serie di foto d'epoca che ripercorrono la storia di una grande scoperta.
La RSU Uil Fpl di Termini Imerese esprime grande apprezzamento per la conclusione della lunga vicenda del precariato nel Comune imerese.
Visita guidata a Caltagirone e ai suoi Presepi nell’ambito del “Progetto conoscenza” promosso da BCsicilia si terrà Domenica 29 Dicembre 2019.
Intimazione di pagamento sotto l’albero per tantissimi cittadini della provincia di Palermo. Sono già migliaia gli utenti dell’ATO 1 che in questi giorni hanno ricevuto una lettera raccomandata con intimazioni di pagamento per la gestione del servizio idrico tra il 2014 e il 2015.
“L’approvazione del bilancio di previsione 2019-2021 del Comune di Termini Imerese consente di avviare il processo di stabilizzazione del personale precario: 76 lavoratori potranno finalmente firmare i contratti a tempo indeterminato.
“Siamo fieri dei risultati raggiunti dalla nostra società Ecorek, che proprio per questo ieri ha ricevuto la visita del dirigente del Dipartimento dell'acqua e dei rifiuti della Regione Siciliana, ing. Salvatore Cocina”.
In poco più di un anno l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale presieduta da Pasqualino Monti ha sbloccato 45 cantieri per la costruzione di nuove opere,
Il premio “Motori di futuro” è stato assegnato all’imprenditore Francesco Calvagna per la “Filiera Partecipata” dei grani antichi e i suoi derivati, farina e pasta, e per la tutela e la valorizzazione della biodiversità siciliana.