Area metropolitana

Verrà inaugurata giovedì 8 novembre 2018 alle ore 16,30 nella Biblioteca centrale della Regione siciliana A. Bombace in via Vittorio Emanuele, 429 a Palermo, la mostra “Il set del Gattopardo in 300 immagini”.
Sono numerosissimi gli interventi effettuati dai Carabinieri in provincia, in relazione alla situazione di emergenza dovuta alle avverse condizioni metereologiche.
Nella mattinata odierna la Sala Operativa della Guardia Costiera di Porticello ha condotto una operazione di ricerca e soccorso in mare a favore di un cucciolo di pastore tedesco, segnalato alla deriva in mare a circa 1500 metri al traverso delle costruzioni del porto di Porticello.
Un fine settimana di pioggia torrenziale che ha inondato moltissimi siti, dalle cripte alle catacombe alle camere dello scirocco, senza contare i numerosi luoghi all’aperto e le passeggiate, che infatti, sono state rinviate al prossimo fine settimana, quando è in programma anche la Notte Bianca dell’UNESCO.
Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida.
In occasione delle celebrazioni del 4 Novembre, l’Associazione BCsicilia Isola delle Femmine farà memoria dei soldati partiti dal proprio paese e mai più tornati. I figli di Isola morti durante il primo conflitto mondiale raggiunsero il numero di 17.
Nell’ambito del contrasto al contrabbando di tabacchi lavorati esteri i Carabinieri hanno sequestrato più di 800 pacchetti di sigarette e comminato sanzioni amministrative per un ammontare di quasi 80.000 euro.
La Protezione Civile regionale ha diffuso un avviso per rischio meteo idrogeologico e idraulico arancione per tutta la provincia di Palermo, valido fino alla mezzanotte di domani.
Il primo è stato condotto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo presso il Tribunale di Termini Imerese il secondo accompagnato presso il carcere “Pagliarelli” di Palermo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Nonostante l’età, l’uomo, sottoposto alla misura della detenzione domiciliare per truffa, non ne voleva proprio sapere di rispettare le prescrizioni che il giudice gli aveva imposto.