Petralia Soprana

Il sindaco di Petralia Soprana Pietro Macaluso partecipa al festival delle miniere di sale europee, in Romania, in rappresentanza dell’associazione I Borghi più belli d’Italia.
“Cuntu e riCuntu” è la nuova scommessa culturale-musicale di Mario Incudine. L’idea nasce nelle terre delle Madonie, in quelle terre che ancora ricordano l’epopea delle lotte contadine che sfociarono nell’uccisione di Epifanio Li Puma.
Ancora in piena attività l’Istituto Comprensivo di Petralia Soprana dove sono in fase di svolgimento i progetti PON.
Entrano nel vivo i festeggiamenti in onore dei S.s. Apostoli Pietro e Paolo, patroni del paese.
Arriva un milione di euro per il completamento delle infrastrutture nell’area artigianale della frazione Madonnuzza.
Continua l’arte di intagliare la pietra che ha contraddistinto la storia di Petralia Soprana.
L’Istituto Comprensivo di Petralia Soprana accoglie le scolaresche di Misilmeri e di Vannes in visita ai paesi di Gangi e Petralia Soprana, due tra i borghi più Belli d’Italia.
I Palazzi dei marchesi Pottino si animano. A Petralia Soprana si potranno rivivere le magiche atmosfere nobiliari di fine Ottocento che furono del Gattopardo.
L’orchestra dell’Istituto Comprensivo di Petralia Soprana si è classificata prima al concorso nazionale musicale “Zangarelli” di Città di Castello in provincia di Perugia.
 “Ti racconto il Museo di Petralia Soprana” esce fuori le mura del carcere Malaspina di Palermo.