Caltavuturo

Meeting delle orchestrine dei gruppi folk

Giovedì, 02 Maggio 2013 07:50 Scritto da
Una manifestazione in cui si esibiscono le orchestrine dei gruppi folk in occasione dei 25 anni di attività del Gruppo folk Gazzara. Una serie di eventi che hanno lo scopo di valorizzare, evidenziare e segnare la forte ed intensa attività dell'associazione, a cui sono stati invitati gruppi con i quali in questi anni il Gruppo Gazzara ha intrattenuto rapporti di amicizia e collaborazione. Il Meeting delle orchestrine ha lo scopo di valorizzare i musicisti dei gruppi Folkloristici, molto spesso messi in ombra dal corpo di ballo.
“E’ il momento dell’impegno” avevano affermato i ragazzi dell’ Arci 20 Gennaio qualche giorno fa. Impegno che non è mancato e che anzi ha caratterizzato la giornata del 3 aprile di ieri. Impegno paragonabile forse solo alla mole di entusiasmo che ha avvolto la cittadina madonita, per celebrare un evento speciale che per la prima volta viene ospitato in un centro del nostro comprensorio. Caltavuturo, infatti, è stata una delle tappe della Carovana Internazionale Antimafie per il 2013, promossa da Arci, Libera e Avviso Pubblico, in collaborazione con Cgil, Cisl, Uil e La Ligue de Enseignement.
L’Altra Faccia, rivista di informazione curata e diffusa da un gruppo di giovani di Caltavuturo, ha realizzato e presentato lo scorso 23 marzo presso le scuole del paesino madonita “A Lu Vinti di Innaru”, un fumetto sui tragici fatti del 20 gennaio 1893, data in cui a Caltavuturo, mentre la Sicilia era scossa dalle rivolte dei Fasci Siciliani, vennero uccisi dall’esercito Regio e da un drappello di carabinieri 11 contadini di ritorno da un’occupazione simbolica del demanio comunale in contrada Sant’Antonio. Ideatore e scrittore del fumetto, Giuseppe Calanni Macchio; i disegni sono invece stati realizzati da Caterina Prinzivalli.
Farà tappa il prossimo 3 aprile a Caltavuturo, per la prima volta nella sua storia, la Carovana Internazionale Antimafie per il 2013, promossa da Arci, Libera e Avviso Pubblico, in collaborazione con Cgil, Cisl, Uil e La Ligue de Enseignement. La Carovana Antimafie nasce nel 1994 da un’idea dell’Arci Sicilia, con dieci giorni di viaggio da Capaci a Licata, attraversando il territorio con un percorso a tappe che, a un anno e mezzo dalle stragi di Capaci e via D’Amelio del 1992, si proponeva di portare solidarietà a coloro che in prima fila operavano per portare legalità democratica, giustizia e opportunità di crescita sociale nel proprio territorio, di sensibilizzare le persone per tenere alta l’attenzione sul fenomeno mafioso, di promuovere un maggiore impegno sociale e progetti concreti. La Carovana ha poi dal 1996 assunto un carattere nazionale ed internazionale.
La Pro Loco "Phiale aurea" di Caltavuturo in occasione dei festeggiamenti del Santo Patriarca organizza la mostra fotografica dal titolo “I virginieddi: tradizione, cultura e storia di Caltavuturo”. La mostra, contenente circa 100 scatti che abbracciano più di 50 anni (1960-2012), è stata ideata con il fine di riportare alla memoria l'antica tradizione praticata a Caltavuturo di offrire, come ex voto, un pranzo a giovani e persone non sposate a gloria di S. Giuseppe.
La Giunta comunale presieduta dal Sindaco Calogero Giuseppe Lanza (nella foto) ha approvato, all'unanimità, la riduzione del 20% delle indennità degli amministratori del Comune di Caltavuturo a partire dal mese di marzo.
Arriva finalmente tra le mura amica di C/da Serra,la partita clou del girone , il Derby contro la prima in classifica , la blasonata Cerda ormai sicuramente promosso in prima categoria. Due squadre a confronto una che lotta per la salvezza , una per la promozione. Al Cerda manca un punto in due giornate , ed al Calcio per Caltavuturo un punto ancora per la salvezza.
Arrivano alquanto inaspettati a Caltavuturo tra le mura amica tre preziosi punti , che fanno sperare ancora. Giornata di freddo invernale con un timido sole , campo in Contrada Serra,in perfette condizioni altrettanto numeroso e paziente il pubblico amico ed anche gli ospiti. Andiamo al Calcio giocato.
CELEBRATO IL 120° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE Il 20 gennaio di 120 anni fa, a Caltavuturo si scrisse una delle pagine più tristi della storia italiana: era il 1893, la Sicilia era agitata dai moti dei Fasci Siciliani, movimento d’ispirazione socialista che diede avvio ad un profondo contrasto al latifondo agrario reclamando la rinegoziazione dei contratti agrari, migliori condizioni di vita per contadini e operai e l’acquisizione di quei diritti civili che oggi possono apparire scontati, ma all’epoca erano appannaggio di pochi facoltosi.
Sabato 5 gennaio 2013 alle ore 17.30 al Caffè Letterario Alter Ego di Caltavuturo, verrà presentato il primo libro del giovane Antonino Musca: “Pane e Lavoro. Storie di lotte per la terra”. Alla presentazione del volume interverranno Angelo Ficarra, segretario ANPI Palermo, Dino Paternostro, segretario CGIL Corleone e Umberto di Maggio, coordinatore Libera Sicilia.