Caltavuturo

Partita sofferta ma gradevole sotto il profilo tecnico. Le squadre si sono affrontate alla pari sul piano di gioco. Il Caltavuturo vuole vincere e salire la china della classifica e stasera in attesa della partita rinviata Catenanuova—Valledolmo si trova primo in classifica. A decidere la partita uno scatenato Granata che segna una tripletta e se ne vede parare almeno quattro dal bravo portiere del Bompietro.

Si dimette il presidente del consiglio Vincenzo Meli

Lunedì, 20 Gennaio 2014 14:59 Scritto da
Con una lettera indirizzata al Vice Presidente del Consiglio Comunale, al Capo-Gruppo Unione Democratica e Popolare, al Capo-gruppo Insieme per Caltavuturo e per conoscenza al Sindaco, il Presidente del Consiglio Avv. Vincenzo Meli il 13 gennaio ha rassegnato le dimissioni dalla propria carica. Dinseguito riportiamo la lettera.
Ci voleva questa vittoria per lanciare ancora una volta il Caltavuturo nelle alte sfere della classifica, soddisfatto il Presidente Friscia per l’ottima partita disputata dai ragazzi di Caltavuturo, che hanno tenuto testa alla squadra La Vigneta , ottima squadra e sicuramente attrezzata per arrivare al traguardo dei primi del girone.
Ci risiamo. Caltavuturo si trova di nuovo a combattere per non far togliere la postazione del 118 dal proprio centro. Il sindaco Calogero Giuseppe Lanza si è messo in moto scrivendo una lettera di protesta all'Assessore regionale alla Sanità e alla commissione competente. La chiusura sarebbe un paradosso visto che stanno per essere terminati i lavori per la pista eliportuale richiesta ed ottenuta dopo tanti anni, per l’atterraggio di elicotteri di Soccorso.
Il comune di Palermo, per valorizzare il territorio e gli artisti locali, per le Feste natalizie, sta animando piazze, vie e quartieri principali di Palermo. Gli eventi sono coordinati dalla ‘Compagnia dei focolari’. Nell’ambito di tali manifestazioni domani pomeriggio dalle 17, presso le Poste Centrali di Via Roma si esibirà il gruppo caltavuturese ‘I Malavoglia’. I Malavoglia sono un gruppo etnicofolk, costola del gruppo Folk Gazzara (musicisti e cantori), ormai conosciuti in Europa e nel mondo e contano sull'esperienza di 25 anni di attività Folkloristica Siciliana.
Come già pronosticato, si spera che entro questo mese venga completato il rientro dei calciatori locali che giocano fuori paese. I rientri del difensore Pianpiano e del centrocampista Granata, si vanno ad aggiungere agli altri giocatori che militavano in altre categorie, il risultato è una rosa competitiva e pronta per il salto di qualità.
Bel punto conquistato da una formazione rimaneggiata, considerato che molti titolari della squadra Calcio per Caltavuturo sono rimasti in paese per lavorare durante il Fungo Ferl Fest. Il Caltavuturo ha fatto una bella partita sino alla fine, conducendola per uno a zero con un goal del solito bomber Farella. Quasi allo scadere però, per un fallo in area, il Cerami ha pareggiato con un rigore conquistando il primo punto in classifica.
Giornata di sport, a Caltavuturo, sotto un tiepido sole quasi primaverile. In mattinata il paese è stato attraversato dalla colonna automobilistica con la gara Targa Florio History. Il parroco don Nicola Crapa ha voluto che tutti gli atleti del Calcio Per Caltavuturo assistessero alla santa Messa per iniziare un anno di vero sport, specialmente per i più piccoli. Ma andiamo alla cronaca della partita vinta 4-0 dai padroni di casa che stanno pian piano maturando sia dal punto di vista tecnico che per lo schema di gioco.
I 12 addetti alla pulizia della scuola continuano la protesta davanti l'Istituto Comprensivo "Giuseppe Oddo" di Caltavuturo per difendere il proprio diritto al lavoro.Gli ex lsu ata addetti alla pulizia delle scuole, dipendenti della ditta “DERICHEBOURG multiservizi spa”, da quasi un mese, da giorno 12 settembre, si radunano tutti i giorni davanti l'istituto scolastico in attesa di "una risposta definitiva da parte delle istituzioni di competenza, dal sindacato e da chiunque possa avere una soluzione".
I dodici lavoratori Ex Lsu Ata assegnati alle pulizie dell’Istituto comprensivo Giuseppe Oddo di Caltavutruro, al rientro dei tre mesi di cassa integrazione estiva trovano l’amara sorpresa di non potere riprendere a lavorare normalmente nella sede di destinazione, Istituto comprensivo G. Oddo di Caltavuturo-Scillato e Sclafani Bagni), senza alcuna ragione né preavviso.