In tutto questo marasma pandemico che sta seminando morte e paura, a Cefalù, la vita diocesana produce frutti e proprio oggi 21 marzo il Vescovo Mons. Marciante ha provveduto a a nominare il presidente diocesano e gli assistenti ecclesiastici dell'Azione Cattolica cefaludese. Ecco dunque le nomine: Presidente diocesano dell’Azione Cattolica per il triennio 2020-2023, il Dr. Giuseppe SALVAGGIO, nato a Petralia Sottana il 22 giugno 1985, della Comunità parrocchiale San Cataldo in Gangi; Assistente Settore Giovani dell’Azione Cattolica Diocesana per il triennio 2020-2023, il Rev.do Can. Domenico MESSINA, in atto Delegato Vescovile della Basilica Cattedrale. C'è stata anche una conferma per un ulteriore triennio (2020-2023) ossia la carica di Assistente Unitario dell’Azione Cattolica Diocesana, al Rev.do Don Calogero CERAMI, in atto Rettore del Seminario Vescovile. "Vi auguro di essere discepoli missionari - fa sapere Don Calogero Cerami con un lungo post sul suo profilo Facebook - che raccontano con gioia a chi è ancora apatico e indifferente il Vangelo di Gesù Cristo, permettendo a tutti di incontrare Colui che è venuto a lenire le sofferenze di ogni uomo". Anche sulla pagina dell'Azione Cattolica del medesimo social è apparso un post di ringraziamento a tutte le persone che hanno collaborato in questi anni e hanno dato. "il loro Sí al Signore che li chiama a servire i fratelli e le sorelle della nostra amata AC. Preghiamo il Signore affinché possa accompagnarli e guidarli in questo cammino".
Giovanni Azzara
Dopo le ultime disposizioni in merito alle restrizioni imposte dal governo Musumeci per prevenire e contenere il Covid-19, i comuni si stanno organizzando per rendere un servizio ancora più efficace ai cittadini,

Ulteriore stretta della per le visite dei familiari ai degenti dell’ospedale. Dopo averle limitate ad una per familiare, da domani (sabato 21 marzo), non sarà più consentito l’accesso ai parenti. 

“Ho lavorato 40 anni all’ospedale Giglio di Cefalù e fa parte della mia vita. Oggi, che sono in pensione, mi sono chiesto cosa potevo fare. Così, sull’esempio del vescovo di Cefalù, ho deciso di acquistare e donare un ventilatore  meccanico di rianimazione per la terapia intensiva”.

"State a casa"! È questo l'imperativo che ormai da settimane tutti ribadiscono ma ancora purtroppo c'è gente che non ha e non vuole recepire

Nell’esortare ancora una volta i suoi concittadini ad attenersi alle disposizioni del Governo e a rimanere a casa, in un comunicato il Sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina informa che i sei tamponi effettuati sui cittadini che manifestavano sintomi sospetti hanno dato esito negativo.

Lo abbiamo già visto a livello nazionale che la Cina, una delle più grandi potenze economiche mondiali, sta apportando un grande aiuto

La Diocesi di Cefalù si mobilita per sostenere “i nuovi samaritani”, ovvero i sanitari in prima linea nella lotta al Coronavirus della Fondazione Giglio di Cefalù, come li ha definiti il Vescovo della diocesi mons. Giuseppe Marciante. 

Dopo il primo caso accertato di coronavirus, a Cefalù arriva anche il secondo e questa volta all'ospedale Giglio dove è arrivata una signora proveniente da Palermo

La Fondazione Giglio di Cefalù ha attivato, con il proprio staff di psicologi clinici, diretto da Giuseppe Rotondo, un servizio di consulenza e supporto psicologico gratuito per chiunque si trovi in una condizione di disagio psichico connesso all’emergenza coronavirus.

Pagina 5 di 194